venerdì 29 giugno 2012

Recensione: Chi è Mara Dyer di Michelle Hodkin

Buonasera a tutti, con il caldo che mi fa boccheggiare e il mio povero ventilatore che va come un matto, mi accingo a parlarvi di un romanzo finito di leggere ieri sera, per cui mi sono presa tutto il giorno per ragionare  e pensarci su.
"Chi è Mara Dyer" romanzo d'esordio dell'autrice americana Michelle Hodkin, fa parte di una serie in corso di stesura ed è stato pubblicato in Italia il 19 giugno dalla casa editrice Mondadori nella collana Chrysalide al prezzo di 16 euro.

Trama:
Era solo un gioco. Eppure Mara non voleva partecipare alla seduta spiritica con le sue amiche Rachel e Claire. Sei mesi dopo, Mara si risveglia dal coma in una stanza di ospedale. E le sue amiche sono morte. Cos'è successo quella notte al manicomio abbandonato? Perché Mara è l'unica sopravvissuta? Orribili allucinazioni iniziano a perseguitarla e un dubbio si insinua nella sua mente: e se fosse stata lei a causare quelle morti, come aveva predetto la seduta spiritica? L'incontro con il turbolento, bellissimo Noah potrebbe essere la sua salvezza o la sua definitiva condanna. Perché anche Noah ha un segreto, legato al grande mistero che la tormenta: chi è Mara Dyer?

Il mio pensiero:
Romanzo particolare, uscito pochi giorni fa nelle nostre librerie, con tante aspettative e con una “misteriosa” pubblicità che incuriosiva sempre di più i lettori, me compresa, che morivo dalla voglia di leggere questo libro con la speranza che fosse qualcosa di fuori dagli schemi e che mi potesse emozionare, come è successo con qualche romanzo di cui ho parlato qualche giorno fa.
Purtroppo (almeno personalmente) Chi è Mara Dyer ha deluso le aspettative e smorzato le mie speranze. Infatti se l’idea di base è buona, il romanzo è un enorme cliché, un perfetto young adult letto e riletto, con qualche cosa di diverso e creativo, certo, ma in fin dei conti è uno YA come tutti gli altri.
Ma vediamo di parlarne meglio.

Il libro parla appunto di Mara, una ragazza adolescente che si trasferisce in una nuova città a causa della morte di alcuni suoi amici, ed ovviamente città nuova vuol dire anche scuola nuova e nuovi compagni.
Una ragazza diversa arriva in una scuola esclusiva e privata, ovviamente tutti gli occhi sono puntati su di lei e le malelingue sono subito pronte a prenderla di mira. Lei si sente isolata e completamente fuori luogo, fin quando non conosce Jamie, un ragazzo molto strambo ma decisamente simpatico, grazie a lui riuscirà ad affrontare un po’ meglio la situazione scolastica, ma soprattutto gli esami imminenti.
Tutto fila liscio fin quando Noah Shaw, il superfigo della scuola non inizia ad interessarsi a lei seguendola ovunque e stuzzicandola fino allo sfinimento.
Morti strane e misteriose, apparizioni e allucinazioni accompagnano Mara in tutta la sua nuova vita scolastica, fino a quando non inizierà a capire cosa le succede, proprio grazie a Noah.

Ecco questa la trama raccontata in breve, come potete rendervi conto da soli non c’è niente di innovativo in tutto questo e fin qui non ci sarebbe niente di male, ma la storia in sé non è riuscita ad attirarmi, a parte alcuni particolari.
Indubbiamente i due protagonisti (Mara e Noah) sono ben approfonditi e caratterizzati, soprattutto Noah secondo me, che riusciamo a conoscere meglio di Mara, troppo presa a cercare di capire cosa le succede e a chiudersi in sé stessa crogiolandosi nel dolore.
Il superfigo Noah, nonostante sia il tipico ragazzo adolescente da young adult, mi ha completamente rapito, ne sono rimasta folgorata e probabilmente ho finito questo libro così in fretta proprio grazie a lui.
Altro personaggio che mi ha attirato molto è stato Jamie, ma la sua “scomparsa” improvvisa dalla storia mi ha deluso e lasciato estremamente triste.
Abbiamo tanti altri personaggi che a modo loro accompagnano la storia di Mara, ma sempre secondo il mio parere, non riusciamo a conoscerli, rimangono marginali come carattere, nonostante alcuni li ritengo importanti per lo svolgimento della trama.

A tutto questo vorrei aggiungere i problemi che ho avuto nella lettura, infatti ci sono alcuni salti di ambientazione e situazione che mi hanno lasciato spesso interdetta, ho dovuto così rileggere quel particolare passaggio per capire meglio cosa fosse successo o cosa mi fossi persa fra le righe, anche i alcuni dialoghi mi sono risultati un po’ troppo confusionali.
Insomma, la scrittura della Hodkin è scorrevole, a parte ovviamente questi “salti nel buio” e questi dialoghi così incasinati.
Inoltre mi sento di affermare con sicurezza che questo romanzo sia più adatto per gli “young” che per gli “adult”, l’ho trovato un po’ noioso e come ho già detto è stata un po’ come una minestra riscaldata.

Le parti da salvare sono sicuramente Noah e Jamie (che spero di poter conoscere meglio più avanti), Jude che nelle sue brevi apparizioni smuove la curiosità del lettore e Mara che nel suo piccolo mi ha colpito ma non così tanto, ecco perché anche per lei spero le cose miglioreranno. Non posso negare di essermi fatta qualche risata durante la lettura, perché per fortuna la Hodkin è riuscita a mettere un pizzico di umorismo fra queste pagine.
Nelle parti da salvare metto assolutamente il finale, forse la cosa migliore di tutto il romanzo.
Ci sono più colpi di scena nelle ultime 10 pagine che in tutto il libro, è un finale completamente aperto, ma che lascia il lettore a bocca spalancata con il cervello che inizia a viaggiare ponendosi domande su domande.
Ecco perché sono certa che leggerò il continuo (esatto anche questo è il primo volume di una serie), per due semplici motivi. “Chi è Mara Dyer” è un romanzo d’esordio e credo che l’autrice potrà solo che migliorare, perché le premesse ci sono tutte, appunto per via del finale e per i vari personaggi che è riuscita a creare.

Consiglio il romanzo agli appassionati di YA che non hanno problemi a trovarsi davanti un romanzo uguale a tanti altri per certi aspetti, ma lo consiglio anche a chi ha voglia di svagarsi e perdersi negli occhi grigio-azzurro di Noah (no dai scherzo, non è un buon motivo). Lo consiglio perché, come ho già detto, credo che questa serie possa solo migliorare e perché nonostante i problemi di lettura e i cliché, il romanzo è buono e ricordate, è solo l’inizio :)

Aggiungo solo un’ultima cosa. Se girate un po’ per i blog e i siti di recensioni, potrete notare che sono un po’ una voce fuori dal coro, infatti questo romanzo è piaciuto moltissimo a tantissimi lettori, ma il mondo è bello perché è vario, e non mi sento di dire che questo romanzo è bellissimo. Posso dire che è interessante, ma che può solo migliorare e spero succederà con il prossimo.


Parliamo anche di cover, ovviamente :)
C'è poco da dire questa volta, la Mondadori è mantenuta la cover originale e aggiungerei per fortuna, credo sia splendida e perfetta così com'è.

8 commenti:

  1. anch'io mi sono fatta rapire da Noah,infatti è il personaggio che mi è piaciuto di più,e anch'io ho apprezzato il finale :)

    RispondiElimina
  2. quindi anche se diversamente da te a me è piaciuto tantissimo,però siamo d'accordo con alcune cose :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franci, Noah credo potrebbe colpire chiunque *-*
      A me è piaciuto molto anche Jamie, infatti nel seguito spero tornerà fuori... E questo Jude mi preoccupa e non poco.... Mmm... :)

      Elimina
  3. Lo sai che io mi sono annoiata a morte quindi non credo che leggerò il seguito! Poi me lo racconti tu come va a finire XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zia, addirittura non vuoi leggere nemmeno il seguito??? Non pensavo ti avesse fatto così schifo ahahahaah

      Elimina
  4. Peccato che non ti abbia entusiasmato :(
    Io ho molte aspettative... spero non verranno deluse!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Matteo, come ho già detto questo libro è piaciuto moltissimo a tanti, io sono una voce fuori dal coro insieme a pochi altri, dunque probabilmente potrebbe piacerti molto anche a te. Ci sono elementi che si salvano ed altri che proprio potevano essere risparmiati o resi migliori :)

      Elimina
  5. La penso come te, Ale :) Molta aspettativa, incredibilmente delusa D: Bella recensione! ^^

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥