lunedì 28 maggio 2012

Recensione: Il bacio della sirena di Tera Lynn Childs

Ho finito di leggere "Il bacio della sirena" un po' di tempo fa, in realtà avevo già scritto la recensione, ma è magicamente scomparsa dal mio pc °-° e così poi per mancanza di tempo, ci ho messo più del dovuto a scriverla, sia perchè sono passati un po' troppi giorni, sia perchè ho già quasi finito un altro libro.
Spero comunque apprezzerete perchè questo libro, nel suo piccolo, merita la vostra attenzione :)

Trama:
Lily Sanderson ha diciassette anni e vive con la zia nella piccola città di Seaview. Adora trascorrere il tempo libero con le amiche e parlare al telefono mentre si rilassa nella vasca da bagno ma, ogni volta che si trova di fronte a Brody Bennett, il bellissimo capitano della squadra di nuoto della scuola, lei entra nel panico. Il motivo è molto semplice: Lily è perdutamente innamorata di lui. Da sempre. Come da sempre, invece, odia il suo incubo quotidiano, Quince Fletcher, l’invadente vicino di casa che sembra non avere niente di meglio da fare che renderle la vita impossibile. Lily, però, custodisce un «piccolo» segreto: è una sirena, nata dalla relazione tra la madre umana – morta quando lei era ancora una bambina – e il re di Thalassinia, meraviglioso mondo sottomarino dove la ragazza potrà tornare al compimento dei diciotto anni. Con il giorno del suo compleanno alle porte, Lily decide quindi di fare il grande passo, e il Ballo di Primavera organizzato dalla scuola è l’occasione perfetta per mettere in pratica il suo piano: baciare Brody per legarsi indissolubilmente a lui con un incantesimo. Tuttavia la situazione le sfugge ben presto di mano: per una serie di sfortunate coincidenze, infatti, quella sera la sirena bacia il ragazzo sbagliato…

Il mio pensiero:
Avete presente quei libri che leggete con il sorriso sulle labbra? Sospirando e ridendo? Ecco, questo è il caso de "Il bacio della sirena".
Un libro fresco, scorrevole e decisamente simpatico, uno di quei libri che io chiamo "da ombrellone", da leggere in spiaggia tranquillamente accoccolate sulla vostra sdraio, con la brezza marina che vi solletica la pelle; e quale modo migliore di immergersi nello splendido mondo sottomarino che ha creato la Childs, se non in spiaggia?

«L’acqua mi rilassa. Come la cioccolata, il tè caldo o il gelato alla crema. Dopo una giornata storta, mi chiudo in bagno, riempio la vasca con sali profumati e acqua calda e m’immergo in un mondo in cui tutti i problemi si dissolvono.»
Il libro inizia così e dal momento che ho letto queste poche righe non vedevo l'ora di poter continuare.

Le sirene sono una delle figure più attraenti e interessanti, abbiamo iniziato ad amarle grazie alla famosissima "Sirenetta Ariel" della Disney, ecco, il libro della Childs potrebbe riportarvi in quel mondo incantato che avete potuto vivere quando eravate piccoli.
Infatti la Childs è riuscita a creare un mondo magico e pieno di colori, ma la cosa che più attrae di questo libro è la sua ironia e il modo particolare di parlare della protagonista Lily.
Personalmente mi sono innamorata subito di questo personaggio, per metà umana sotto tutti gli aspetti, cioè quelli dell'adolescenza, le insicurezze, gli amori, le amicizie; e per metà sirena, ma non una sirena qualunque, bensì la principessa di Thalassinia, il mondo sommerso di cui il padre è Re. Di conseguenza ci sono alternanze tra insicurezze tipiche adolescenziali, con grandi responsabilità e coscienza di se stessi che sono portate dalla sua situazione marina.

Non aspettatevi un libro pieno di paroloni o un'opera d'arte, ma nonostante la sua semplicità e poca originalità questo libro è capace di trasportavi, di darvi quel giusto pizzico di curiosità che vi fa arrivare alla fine con il fiatone e con la voglia di potervi immergere di nuovo nel mondo creato dalla Childs.

I protagonisti, Lily e il suo amico-nemico Quince (di cui mi sono perdutamente innamorata dopo averne letto poche righe) sono caratterizzati molto bene ed è un piacere leggere dei loro battibecchi continui. Infatti Lily è perdutamente innamorata di un suo compagno di scuola Brody (o almeno è innamorata di quello che lei pensa di lui) e vede Quince come fosse "un bastone fra le ruote". Quince che le fa dispetti dal primo momento in cui si è trasferita di fronte a casa sua, Quince che la spia, Quince che arriva nei momenti più importanti e rovina tutto. Ma Quince è davvero quella "testa di cefalo" (come dice Lily) che lei pensa?
E' proprio questo strambo triangolo d'amore che aumenta la curiosità.
Il resto dei personaggi, la migliore amica umana Shannen, la migliore amica sirena Peri, il padre Re di Thalassinia, lo stesso Brody e la cugina antagonista Dosinia non sono caratterizzati bene e non vengono approfonditi, ma questo non disturba la lettura, anzi essendo il primo capitolo di una trilogia dà modo di conoscere al meglio i due protagonisti, sperando che nei prossimi libri potremo conoscere altrettanto bene anche alcuni degli altri personaggi.

Il finale del libro è abbastanza da "e vissero felici e contenti", purtroppo che questo finale sembra valga anche per la parte cattiva del libro.
Insomma, è un finale abbastanza aperto, in cui si può immaginare cosa succederà nel prossimo, ma non completamente e di conseguenza si può viaggiare con la mente e la fantasia.

Consiglio questo libro? E' sicuramente un libro per adolescenti, ma posso dire che nonostante i miei 26 anni l'ho apprezzato in modo particolare. Mi ha fatto rilassare, ma soprattutto sorridere.
Ecco perchè credo potrebbe essere una buona lettura, fresca ed estiva per molti di voi.


Per questa volta passo e chiudo e come sempre fatemi sapere che ne pensate.

giovedì 24 maggio 2012

L'angolo del thriller #4

Buongiorno, quest'oggi la mia rubrica dedicata ai thriller è incentrata completamente su due nuove uscite targate Tre60. Ebbene sì, questa casa editrice non si ferma un attimo e noi lettori non possiamo che bearci di tutte queste uscite. *_*
Veniamo alla descrizione del libri.

Titolo: L'artista della morte
Autore: Alejandro Arìs
Editore: Tre60
Data di uscita: 24 maggio 2012
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 352

Trama:
Washington, 1968. Dopo aver trascorso più di due anni nell’inferno del Vietnam, il dottor Kenneth Philbin è ormai abituato ad affrontare le atroci sofferenze dei feriti e a confrontarsi quotidianamente con l’orrore della morte. Tuttavia neanche lui può rimanere indifferente davanti a uno spettacolo così macabro e inquietante: un uomo seminudo crocifisso ai pali di sostegno di un molo. Poco sopra la testa della vittima, è stato inchiodato un foglietto con scritto «Salvador», mentre sull’acqua sottostante c’è una piccola imbarcazione. Sebbene Kenneth, in qualità di chirurgo del pronto soccorso, sia stato convocato dalla polizia solo per certificare la causa della morte, è lui il primo a capire che la scena del crimine è l’esatta riproduzione di un celebre quadro di Salvador Dalì, il Cristo di san Giovanni della Croce. E, nel giro di pochi giorni, arriva un’altra drammatica conferma: la polizia infatti trova un cadavere disposto in modo da raffigurare l’Uomo vitruviano di Leonardo. Ma è la maestria con cui il corpo è stato sezionato a mettere in allarme Kenneth: l’omicida non è ossessionato soltanto dalle opere d’arte, ma anche dal corpo umano, ed è chiaro che ha una profonda conoscenza dell’anatomia e una straordinaria abilità chirurgica. Forse l’assassino è molto più vicino di quanto Kenneth possa immaginare, ed è proprio a lui che ha lanciato la sfida…

L'autore:
Alejandro Arís è nato a Barcellona nel 1943. Medico chirurgo, è direttore del reparto di Cardiologia di uno degli ospedali della sua città. L’artista della morte è il suo primo romanzo.


Dicono del libro:
«Alejandro Arìs ha scritto un thriller che non dà tregua
con una penna affilata e precisa come un bisturi.»
Suma De Letras

«Un’ottima miscela di arte, medicina e suspense.
Mi auguro che Arìs voglia scrivere un altro romanzo.»
Esther, Suma De Letras

«Una magnifica lezione di anatomia e di storia dell’arte, raccontata toccando le giuste corde.»
Umberto, Suma De Letras

«Il cuoco che ha preparato questa delizia è uno chef pluristellato.
Ha usato ingredienti di altissima qualità:
¼ di storia americana, ¼ di medicina in stile CSI,
¼ di storia dell’arte, ¼ di poliziesco.
Il tutto amalgamato con una tensione perfetta.
Ma quando arriva la seconda portata?»
Pedro, Suma De Letras
_______________________________________________________________

Titolo: Profezia finale
Autore: Chris Kuzneski
Editore: Tre60
Data di uscita: 31 maggio 2012
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 416

Trama:
Francia, 17 giugno 1566. Pochi giorni prima di morire, un uomo scrive una lettera, la chiude in un cofanetto di legno e, in una postilla al suo testamento, dispone di svelarne il contenuto soltanto molti secoli più tardi…
Stati Uniti, oggi. Dopo aver ricevuto una lettera in codice – un’enigmatica quartina composta in varie lingue antiche –, una giovane insegnante inizia a sospettare di essere pedinata e, intuendo di essere in pericolo, decide di chiedere aiuto al milionario Jonathon Payne e al suo collega David Jones, ex soldati delle forze speciali diventati consulenti del governo americano. Per incontrarli, si reca quindi a una serata di beneficenza organizzata all’università di Pittsburgh ma, proprio mentre sta per mostrare loro una copia della lettera, la donna viene assassinata da un cecchino, che a sua volta muore poco dopo. Decisi a fare luce su quell’omicidio e sul significato della misteriosa quartina, Jones e Payne vengono così coinvolti in un’avventura che li porterà prima a casa della vittima - dove scopriranno che lei aveva mentito sulla sua identità -, poi nel caveaux di una banca svizzera e, infine, in un antico castello in Belgio, costantemente braccati da nemici determinati a difendere un segreto custodito da centinaia di anni, un segreto che riguarda il nostro futuro…

L'autore:
Chris Kuzneski è nato e cresciuto nell’Indiana. Dopo essere stato ammesso all’University of Pittsburgh, ha dovuto abbandonare le proprie ambizioni sportive – era una promessa del football – a causa di un infortunio e ha quindi deciso di seguire un master in scrittura creativa. Il suo primo romanzo è stato rifiutato da tutti gli agenti cui lo aveva mandato, ma lui non si è arreso e oggi è considerato l’autore di romanzi d’avventura più interessante del panorama anglosassone.

Dicono del libro:
«La scrittura di Kuzneski ha lo stesso sapore del primo Stephen King.»
James Patterson

«Kuzneski è un maestro della fiction.»
Vince Flynn



Bene, ho finito questa puntata con il thriller.
Vi interessano le trame? A me sinceramente piace moltissimo il primo libro di cui vi ho parlato. Fatemi sapere la vostra impressione :)

mercoledì 23 maggio 2012

Anteprima: Bleeding Love di Alyxandra Harvey

Buonasera, stasera vi parlo di una prossima uscita davvero interessante.
Ho visto la copertina e la trama sul numero di maggio de "Il libraio" e così ho scritto alla Tre60 per avere informazioni, ed eccomi qui a farne l'anteprima.

Bleeding Love di Alyxandra Harvey è il primo libro della serie "The Drake Chronicles", composta da 5 libri e tradotta in moltissimi paesi in tutto il mondo. Veniamo al libro e alla trama.

Titolo: Bleeding Love
Autore: Alyxandra Harvey
Editore: Tre60
Data di uscita: 14 giugno 2012
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 288

Trama:
Il mattino del suo sedicesimo compleanno, la bella Solange si sveglierà completamente priva di forze e sensibile alla luce del sole. Sarà l’inizio della trasformazione, il processo che la porterà alla morte, per poi donarle la vita eterna: quel giorno, lei diventerà una vampira. Un evento cruciale per tutta la comunità degli immortali, perché Solange è l’unica discendente femmina della nobile casata dei Drake: secondo un’antichissima profezia, infatti, è l’eletta, colei che dominerà su tutte le creature della notte. Un destino che, però, la mette in grave pericolo. Ed è quindi per proteggerla che i suoi sette assillanti fratelli non la lasciano da sola nemmeno per un istante, rendendole la vita un inferno. Quasi più di Lady Natasha, l’attuale regina, che la vede come una minaccia al proprio potere. O di Kieran Black, il giovane cacciatore di vampiri che vuole vendicare la morte del padre sterminando l’intera famiglia Drake. Fortunatamente Solange ha un’arma segreta per affrontare quel giorno così speciale: la sua migliore amica Lucy, un’umana che conosce il suo segreto e che è disposta a tutto per aiutarla a vivere un’esistenza «normale». Persino affrontare Nicholas, il più premuroso e affascinante tra i fratelli Drake. Tanto affascinante da non potergli resistere…

L'autrice:
Alyxandra Harvey ha studiato Scrittura creativa e Letteratura alla York University e vive in Canada, in una casa risalente all’epoca vittoriana, insieme col marito, due cani e alcuni fantasmi che le fanno compagnia e alimentano le sue storie.
Bleeding Love è il suo romanzo d’esordio. http://alyxandraharvey.com/



Dicono del libro:
«Una storia ricca di azione, sentimenti, pericoli, passioni…
e con protagonista una famiglia di vampiri davvero irresistibili.»
The School Librarian


«I fan della serie di Twilight e tutti coloro che amano le storie di vampiri
troveranno finalmente pane per i loro denti affilati…»
Booklist


«Alyxandra Harvey è una scrittrice di grande talento,
e il modo in cui tratteggia l’amicizia
tra una vampira e un’umana è davvero notevole.»
Publishers Weekly


Cosa ne dite di questa nuova uscita per la Tre60? Chi ama le storie di vampiri questa sicuramente non può mancare nella collezione. I personaggi mi ispirano, ma in particolar modo sono curiosa di sapere come viene sviluppata l'amicizia fra Solange e Lucy.
Voi che ne dite? E della copertina che ne pensate?

martedì 22 maggio 2012

Teaser Tuesday #5

Buonasera bella gente. Eccoci qui con la splendida rubrica che occupa i martedì della maggior parte di noi.

Prendi il libro che stai leggendo, aprilo in una pagina a caso e condividi un breve spezzone di quella pagina. Attenzione a non fare spoiler. Riporta anche il titolo e l'autore in modo che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro wishlist se ne sono rimasti colpiti.


 Proprio stamattina ho iniziato a leggere un libro che mi ha preso moltissimo e che conto di finire entro pochissimi giorni... Un libro simpatico, leggero, ma con quel retrogusto che ti fa ragionare.

Mi chiamo Chuck
di
Aaron Karo

Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove...
"Ehi, Chuck".
Qualcuno ha appena detto il mio nome. Non può essere. Mi concentro sull'armadietto.
Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette...
"Chuck?"
Alzo gli occhi. Davanti a me, c'è nientepopodimenoche Amy.
"Chuck, giusto?" dice.
Record mondiale di sguardo più lungo senza battere ciglio.
"Sì, ehm, sì. Ciao." E' già qualcosa.
"Sono Amy." Si blocca. "Presente l'ora di matematica...?"
Faccio del mio meglio per fingere che questo non sia il momento più importante della mia vita e che non abbia passato tutto il mese a spararmi le pippe pensando a lei e a tenerne il conto.
"Ah, ciao." Di più non riesco a fare.
Lei allunga una mano e gliela stringo. Quant'è morbida... Potrei non lavarmi più la mia. Solo per un po'.
E' un momento imbarazzante (ancora non ho capito cosa diavolo sta succedendo o cos'ho fatto per meritarmelo).
"Che figata!" dice Amy.
Entrambi guardiamo le mie Converse. Sono rosa. Perché cavolo dovevo essere così annoiato stamattina?
"Chuck rosa. Roba forte."
Aspetta, mi sa che le piacciono davvero.
"Già" dico, riprendendomi. "Io le chiamo Converse. Sai, per evitare di fare confusione con il mio nome... Capito, Chuck-Chuck?" Cosa cazzarola stai blaterando, chiudi il becco...
Ma Amy sembra d'accordo. "Giusto."
Oddio, sono pazzo di lei.
"Senti," continua "mi chiedevo... Sembri uno che in matematica sa il fatto suo."
"Ah, grazie. Sì, la matematica non mi dispiace." Chuck, perché tiri fuori balle senza ragione? Tu. Sei. Un. Idiota.
"Davvero?" chiede Amy. "Io non sopporto la matematica. Sono più portata per la chimica."
Ma certo, perché non dovrebbe essere portata per la chimica? Cosa? Mi gira la testa.
PAG. 86-87

Tocca a voi, aspetto i vostri teaser e non dimenticatevi di dirmi cosa ne pensate del pezzo che vi ho proposto :)

Novità in libreria #8

Buongiorno a tutti. Dopo un weekend passato all'insegna dello spavento causa terremoto e i giorni dopo passati con l'asia e gli occhi attaccati alla tv, oggi sono qui per parlarvi di un libro che uscirà a breve nelle librerie italiane e che mi ispira davvero tantissimo.

Da un'autrice già bestseller negli USA,
un romanzo che ha stupito e incantato
tutta l'America piazzandosi nelle classifiche del «New York Times»,
del «San Francisco Chronicle», di «Usa Today»,
grazie al solo passaparola tra lettori.
Una storia magica come i suoi protagonisti,
che racconta una storia di perdono e vendetta,
segreti e tradimenti, ed esplora il legame indissolubile tra ragione e istinto.

Titolo: Le parole lontane del fuoco
Autore: Tiffany Baker
Editore: Garzanti
Data di uscita: 24 maggio 2012
Prezzo: 17,60 €
Pagine: 416

Trama:
Dicembre sta per arrivare e un vento freddo ha ricominciato a soffiare sul piccolo paese di Prospect, a Cape Cod. Claire conosce bene quel vento capace di alimentare il fuoco e sa che niente è cambiato da molti anni prima. Le pare ancora di essere lì, intorno al falò, insieme a sua sorella Joanna: aveva solo sei anni quando per la prima volta ha sentito le parole del fuoco, e ha previsto il futuro secondo un antico dono trasmesso di generazione in generazione fra le donne della famiglia Gilly. Un'arte antica ma anche una terribile maledizione, secondo gli abitanti del paese. Tutti le considerano streghe e uniche colpevoli di un maleficio che da anni si abbatte sugli uomini della famiglia, vittime di strani incidenti, come Henry, il gemello di Joanna, scomparso a soli otto anni.
Ma Claire è fuggita da tutto ciò. Si è ribellata a quel destino di sventura, ha cercato solo di essere una ragazza normale. Eppure il richiamo del fuoco è troppo potente. E Claire non può più scappare. Joanna ha bisogno di lei, ora come non mai. La sua famiglia è in grave pericolo, l'odio e la superstizione che da sempre le perseguitano stanno per distruggere tutto. Claire deve affrontare i fantasmi del passato, distinguere la verità dalla menzogna, affrontare la sua paura più grande. Perché Claire lo sa: il cerchio potrà chiudersi di nuovo solo di fronte all'abbraccio delle fiamme, in una fredda notte stellata. Solo così potrà salvare sua sorella e anche sé stessa.

L'autrice:
Tiffany Baker vive vicino a San Francisco con il marito e i tre figli. Si dichiara dipendente dalla scrittura, dal cioccolato e dal caffè. Già autrice bestseller del «New York Times», con Le parole lontane del fuoco, in corso di pubblicazione in diversi paesi, sta ottenendo un grandissimo successo a livello internazionale.



 Dicono del libro:
«È nata una stella: si chiama Tiffany Baker.»
The Washington Post

«La Baker scrive con l'anima e con il cuore e il risultato è magistrale.»
Chicago Sun Times

«Un romanzo che incanta: originale e coinvolgente.»
Library Journal

«Una storia scritta in maniera magistrale.»
Brunonia Barry, autrice della Lettrice bugiarda


Appena ho letto di questo libro sono rimasta subito affascinata dalla trama, infatti è finito in Wishlist immediatemente.
E voi cosa ne pensate? Personalmente amo tantissimo anche la copertina.

sabato 19 maggio 2012

My Wishlist #3

Buonasera a tutti, dopo aver passato due giorni senza praticamente dormire, arrivo qui con molta stanchezza sulle spalle, ma con la voglia di raccontarvi di due libri scoperti per puro caso e finiti nella mia Wishlist, che continua ad allungarsi :((
Sono due libri pubblicati già da qualche anno, ma non per questo attirano meno la mia curiosità.

Titolo: Le terrificanti storie di zio Montague
Autore: Chris Priestley
Editore: Newton Compton
Data di uscita: 25 marzo 2010 (ed. economica 19 maggio 2011)
Prezzo: 14,90 € (ed. economica 6,90 €)
Pagine: 240

Trama:
Il signor Montague vive da solo in una grande casa piena di oggetti bizzarri e soprammobili di ogni sorta. Il piccolo Edward attraversa spesso l'oscuro bosco che separa la sua casa da quella dello zio per andarlo a trovare, e rimane ogni volta incantato dalle terrificanti storie che il vecchio gli racconta. Ne conosce proprio tante, in effetti, una più spaventosa dell'altra, e tutte sembrano tornargli in mente quando vede o tocca uno degli stravaganti ninnoli che arredano la sua casa. Ma Edward sente che quelle storie non possono essere solo frutto della fantasia e si domanda se non nascondano una verità più sinistra e inquietante. Chi è davvero lo zio Montague? E chi sono quegli strani bambini che cercano di entrare nella sua grande casa?

Titolo: La donna dalle mani di pioggia
Autore: Wolfram Fleischhauer
Editore: Longanesi (ed. economica Tea)
Data di uscita: 5 giugno 2008 (ed. economica 25 marzo 2010)
Prezzo: 17,60 € (ed. economica 9,00 €)
Pagine: 400

Trama:
Parigi, 1867: a qualche giorno dall’inaugurazione dell’Esposizione Universale viene ritrovato nella Senna il cadavere di un bambino di pochi mesi. La madre, Marie Lazès, arrestata per l’omicidio, si proclama innocente e sostiene di aver affidato il piccolo Camille, gravemente malato, a un’infermiera. All’ospedale, però, nessuno ricorda né lei né il bambino. Il difensore d’ufficio che le viene assegnato è dapprima convinto della colpevolezza di Marie, ma dalle indagini emergono sconcertanti contraddizioni e, a un certo punto, persino la polizia segreta si interessa al caso...
Parigi, 1992: quale motivo induce la giovane Gaëtane a studiare i documenti di una biblioteca relativi al presunto infanticidio di centoventicinque anni prima? A chiederselo è Bruno, uno studioso tedesco di storia dell’architettura giunto nella capitale francese per fare ricerche sull’edificio dell’Esposizione Universale. Dal momento in cui vede per caso in biblioteca l’enigmatica ragazza desidera conoscerla, a ogni costo. Lei alterna nei suoi confronti un timido interesse a un gelido distacco. Ma quanto più, a poco a poco, il loro rapporto si approfondisce, è la storia che lei sta studiando – e da cui sembra dipendere la sua stessa vita – ad affascinare sempre più Bruno…


Allora, sono due libri COMPLETAMENTE diversi, ma che mi hanno attirato per gli stessi identici motivi. Trama accattivante e copertine splendide.
Soprattutto il primo non vedo l'ora di poterlo avere fra le mani, ma anche il secondo è una lettura che vorrei fare al più presto.
Voi che ne pensate, li conoscevate già? Vi ispirano almeno un po'?

giovedì 17 maggio 2012

Speciale: Moonstone di Gina Laddaga

Buongiorno a tutti, qui splende il sole, ma la mattinata non è per niente calda, anche se spero arrivi presto la vera estate.

Stamattina sono andata a spulciare fra le mie email e mi sono resa conto che circa un mesetto fa un'autrice italiana mi aveva contattato per parlare del suo libro, poi fra la mia testa che non è esattamente presente in questo periodo e le altre email che l'hanno surclassata, io me ne sono completamente dimenticata.
Colgo l'occasione per chiedere enormemente scusa all'autrice, spero di non averla delusa.
Ma, bando alle ciance... Veniamo al libro e ricordate il mio motto: ITALIAN DO IT BETTER.

Titolo: Moonstone
Autore: Gina Laddaga
Editore: Edizioni Il Pavone
Data di uscita: 12 febbraio 2012
Prezzo: 7,00 € (solo in e-book)
Pagine: -

Una ragazza e un ragazzo.
Lei ha un dono, lui è mezzosangue.
Riusciranno a vivere la loro vita insieme?

Trama:
Ciara è una ragazza di origini americane, ma ha sempre vissuto nell’antica Montepulciano, cittadina in Toscana con i genitori e la nonna materna. Quando i genitori devono trasferirsi in America per lavoro e lei decide di restare con la nonna in Italia, incontra un ragazzo con le sembianze di “un dio delle nevi” che appare sempre quando Ciara, forte ed indipendente di natura, si ritrova in strane e pericolose situazioni. Lei non capisce perché, ma l’apparizione del ragazzo è sempre preceduta da quella di un lupo bianco, tanto che ne viene quasi ossessionata. Sawyer, è questo il nome del bel ragazzo, si innamorerà di lei e la trascinerà nel suo mondo, un mondo popolato da lupi, pietre di luna e faide familiari. La ragazza per seguire il suo amato dovrà fare delle scelte: scelte che coinvolgeranno anche persone a lei care. Ciara e Sawyer sono legati fin dalla nascita, la verità deve essere svelata ai giovani amanti. Sarà una verità scomoda?

Il prologo:
Con mano tremante, presi in mano il coltello stringendolo forte per il manico.
Mi avvicinai ai tre lupi e istantaneamente il lupo bianco mi guardò con i suoi occhi azzurro ghiaccio.
"Come faccio?", domandai a me stessa. "COME FACCIO?"

Moonstone è il primo capitolo della trilogia fantasy di Ciara&Sawyer.

L'autrice:
Gina Laddaga, nata a Vigevano il 12 febbraio 1987 (Moonstone è stato pubblicato il gg del mio 25esimo compleanno).
Abito nella provincia di Pavia, diplomata come grafico pubblicitario, lavoro in una ditta edile/metalmeccanica come impiegata amministrativa.
Ballerina e animatrice di balli latinocaraibici, ho un amore sfrenato per Leonardo Di Caprio e Robert Pattinson.
Amante del cinema, del doppiaggio e dei telefilm (ne seguo moltissimi).
Ho cominciato a scrivere nel 2008 e il motivo ancora non mi è chiaro. Forse per fare un torto alla mia professoressa di italiano che nei temi mi regalava puntualmente un bel 4, solo perchè “le idee espresse non sono attinenti a ciò che è stato richiesto”, forse perchè avevo un mondo al mio interno da far esplodere all’esterno.
Il mio primo romanzo è stato pubblicato nell'ottobre 2009 dalla casa editrice "La riflessione - Davi Zedda Editore" con il titolo "Sognami", storia d'amore con un pizzico di soprannaturale tra due ragazzi normali - Alice e Romeo - che hanno in comune i loro sogni.
MOONSTONE è stato pubblicato il 12 febbraio 2012 in formato e-book, con la Casa Editrice "Edizioni Il Pavone" grazie ad Aura Conte e alla sua iniziativa:


Potete trovare il libro su tantissimi siti di e-book. Vi lascio il link dove trovarli tutti:

 Mentre qui se volete vi lascio il link di Amazon per avere informazioni sul suo primo libro pubblicato "Sognami"


Bene, penso di aver detto tutto il necessario. Spero che anche quest'autrice potrà avere la possibilità di continuare a pubblicare e fare quello che più ama. Scrivere ed intrattenere noi lettori.
FORZA GINA!

mercoledì 16 maggio 2012

WWW...Wednesdays #4

Buonaseraaaaa. La settimana scorsa ho saltato anche questa rubrica per mancanza di tempo purtroppo.
Ma oggi non mancherò, ho parlarvi delle mie letture :)


Ed ecco le piccole regole di questa rubrica.
- What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito di leggere?)
- What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
 
Le mie risposte:
 
Cosa stai leggendo?
Ho iniziato a leggere ieri Il bacio della sirena di Tera Lynn Childs edito da Tre60, un libro leggero e divertente che ti permette di passare ore piacevoli in compagnia dei suoi protagonisti. Ormai l'ho quasi finito, dunque a breve avrete anche la mia recensione.





Qual è il libro che hai appena finito di leggere?
Un uso qualunque di te di Sara Rattaro edito da Narrativa Giunti.
Ho scritto la mia recensione qualche ora fa. Come ho già detto questo è uno dei migliori libri letti in questi mesi del 2012 e sono certa rimarrà nel mio cuore e nella mia lista dei preferiti per tantissimo tempo. 
Lo consiglio a chiunque non ha paura di vivere emozioni forti che commuovono e lasciano il segno.



Quale sarà la tua prossima lettura?
Ho comprato qualche giorno fa Mi chiamo Chuck di Aaron Karo. Ho sentito parlarne bene da chiunque lo abbia letto. Anche questa sarà una lettura piacevole, leggera e divertente, ma che comunque mi farà ragionare sui problemi dei giovani.
Sono curiosissima di leggerlo. Ma ho un dubbio, non so per esatezza se sarà la mia prossima lettura perchè entro breve dovrebbe arrivarmi un libro dalla Tre60 e ovviamente preferisco sempre anticipare le letture che mi vengono spedite direttamente dalla casa editrice.



Ed ora tocca a voi come sempre. La mia curiosità è illimitata e voglio sapere i libri che avete appena finito, quelli che vi stanno trasportando in un mondo parallelo e quelli che non vedete l'ora di iniziare.

Recensione: Un uso qualunque di te di Sara Rattaro

Buongiorno, qualche giorno fa ho finito di leggere "Un uso qualunque di te" di Sara Rattaro, edito dalla Giunti.
Ho cercato di lasciarmi un po' di tempo per pensare, per assimilare la storia così avrei potuto parlarne meglio, ma tutto questo non è successo. Ogni volta che ripenso alla storia della Rattaro mi ritrovo in un uragano di emozioni, dunque credetemi se vi dico che recensire questo libro sarà molto, molto complicato se non impossibile.

Trama:
È quasi l’alba di un giorno di primavera e Viola, madre e moglie inquieta e distratta, riceve una telefonata. È il marito che le dice di correre subito in ospedale. Ma Viola non è nel suo letto. Comincia a rivestirsi in fretta e, tra un reggicalze che non si chiude e le décolleté lasciate chissà dove, cerca di richiamare Carlo per sapere in quale ospedale andare e che cosa sia successo.
E così sullo scolorare della notte, mentre i semafori si fanno sempre meno luminosi e i contorni delle strade diventano più netti, Viola arriva dove avrebbe dovuto essere da ore.
Quella che ci racconta senza prendere mai fiato è una vita fatta di menzogne, passione, tradimenti, amore, sensi di colpa e rimpianti.
Ma adesso non è possibile mentire, il terrore e la verità la aspettano in quella stanza d’ospedale dove le sue bugie non la potranno più aiutare.



Il mio pensiero:
 Di questo libro dicono "Una storia che esplode nella testa e nel cuore" ed è proprio quello che è successo a me. Sono 208 pagine di amore e disperazione, che ti commuovono e ti lasciano un solco dentro. Un libro che ti fa pensare alla scelte che facciamo e a quel filo invisibile, ma più forte del titanio, che ci lega ai nostri figli. La storia ti coinvolge così tanto che si legge in poche ore, ma l'eco della lettura ti rimane dentro per molto più tempo.
La storia di Viola e gli altri personaggi è REALE, potrebbe accadere ad ognuno di noi. Fin dalle prime pagine del libro sono stata intrappolata in una morsa di dolore e devastazione che crescevano ad ogni pagina.
Ci ritroviamo di fronte una donna che commette errori (probabilmente in altre situazioni non avremmo scommesso un centesimo su una persona del genere), ma Viola ti rapisce. Con il suo modo di essere e di ragionare, ti fa capire che in fondo non c'è per forza una spiegazione per ogni cosa. Ti fa capire quanto reale possa essere l'incomprensione e la voglia di fuggire. I sensi di colpa la divorano per gli errori che commette, ma è come un circolo vizioso, Viola non ne riesce ad uscire.
Ma la cosa che più mi ha fatto soffrire e nello stesso tempo sorridere è l'amore. La Rattaro in questo libro parla d'amore, l'amore costante e puro di Carlo, l'amore infinito e viscerale per Luce ed infine l'amore incostante e problematico di Viola per la vita; ma mai una volta amore verso se stessa.Viola in un modo o nell'altro dona tutto agli altri, non tiene niente per se.
La storia si alterna con capitoli che narrano presente e passato, ma ognuno di essi ci porta a comprendere le scelte di Viola, come i tasselli di un puzzle che combaciano perfettamente.

So bene che questa non è una recensione, ma credetemi: E' IMPOSSIBILE parlare di questo libro, dovete leggerlo e buttarvi fra quelle pagine.
Ci sono libri di cui non si riesce a parlare, ci sono libri che ti rubano una parte di cuore e lo portano con se, ci sono libri che per essere amati devono essere letti e riletti e consigliati a più persone possibili per dare modo a questa storia di rivivere dentro alla testa e al cuore di ognuno di noi.
"Un uso qualunque di te" è questo, emozioni così forti che ti scombussolano fino alla viscere, pagine che ti fanno pensare e riflettere; pagine che ti fanno commuovere, piangere, sorridere, sperare, sentire in colpa, ma alla fine di tutto ti ritrovi consapevole delle scelte e decisioni portate avanti da Viola, ammiri questo personaggio e il suo enorme coraggio. Il dono per la figlia, il dono per una vita serena, certa che sarà piena d'amore.

Posso affermare con certezza che questo è il miglior libro letto in questi mesi del 2012, è di certo una lettura difficile e forte, una lettura per adulti. Se lo vedete in libreria compratelo e immergetevi nella storia, ne rimarrete rapiti.



Chiedo perdono per queste righe, ma chi ha letto il libro, capirà il caos e la difficoltà. Chi non lo ha letto spero abbia voglia di buttarsi in una storia come questa.

martedì 15 maggio 2012

Teaser Tuesday #4

Siamo quasi alla fine di questo martedì, ma all'ultimo arrivo con la rubrichetta che tanto amo.
Vi lascio un teaser del libro che sto leggendo e voi lasciatemi il vostro, vediamo un po' le nostre letture tutti insieme *-*

Prendi il libro che stai leggendo, aprilo in una pagina a caso e condividi un breve spezzone di quella pagina. Attenzione a non fare spoiler. Riporta anche il titolo e l'autore in modo che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro wishlist se ne sono rimasti colpiti.



Il bacio della sirena
di
Tera Lynn Childs

La sua attenzione si sposta, ora guarda alle mie spalle, e mi si gela il sangue. Vede Quince dietro di me. E' un momento cruciale. Da quando ho dovuto inventarmi come copertura con Shannen la storia di voler far ingelosire Brody, l'idea ha cominciato a piacermi. Visto che sono comunque costretta a stare con Quince, tanto vale ricavarne qualcosa. E ora sto per scoprire se lo stratagemma funzionerà. Come reagirà Brody nello scoprire che io e Quince stiamo insieme? Sarà felice per me? (Brutto segno.) Farà il vago? (Anche questo segnale poco positivo.) Se sono fortunatà, si mostrerà arrabbiato o arrogante o appiccicoso. (Tutti i segni di possibile gelosia, vale a dire una cosa molto, molto positiva.)
Ma non ha neanche il tempo di reagire perchè quel testa di cefalo dice: "Bella gara, Bennett!".
Brody sorride, si vede che il complimento di Quince non lo spiazza quanto spiazza me. "Grazie."
Poi, prima ancora che io possa capire cosa stia succedendo, sento le braccia muscolose di Quince - nude, perchè ha le maniche della giacca di pelle tirate su - avvolgersi intorno a me. E quando d'istinto afferro i suoi avambracci, pronta a togliermelo di dosso, lui dice: "Sei fortunato che io non sia un tipo geloso, visto tutto il tempo che Lily dedica a te e alla squadra".
Intuisco che sta sorridendo, anche se nelle sue parole riconosco un sottointeso ben affilato. Sta mettendo in guardia Brody.
"Quince..." provo a intervenire, ,a Brody mi interrompe subito.
"Lily è un ottimo capitano", afferma, con un sorriso esageratamente amichevole. Poi i suoi occhi si spostano su di me, e nello sguardo c'è qualcosa di...diverso. Come se ora mi vedesse sotto una nuova luce.
"Siamo fortunati ad averla."
PAG. 163

Ecco il mio teaser. Ho iniziato questo libro da pochissimo, ma lo trovo simpatico e leggero. Una lettura che ogni tanto ci vuole per staccare, un libro che credo mi piacerà fino in fondo e che non vedo l'ora di finire.

Forza, aspetto i vostri teaser e i vostri pensieri :)

Anteprima: Ladra di sangue di Cherie Priest

Buonasera a tutti, finalmente dopo una domenica intensa ed un lunedì ancora più devastante, ho tempo per il mio blog.
Mi è arrivata la tanto attesa email dalla Tre60 proprio oggi, perchè tanto attesa? Perchè non vedevo l'ora di parlarvi di questo libro.


ARRIVA IN ITALIA UNA DELLE AUTRICI PIÙ ATTESE
DAGLI APPASSIONATI DI URBAN FANTASY

Autrice n. 1 della classifica del New York Times Bestselling.


Titolo: Ladra di sangue
Autore: Cherie Priest
Editore: Tre60
Data di uscita: 24 maggio 2012
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 352

Trama:
A Raylene Pendle non piace essere una vampira e, soprattutto, lei non vuole avere niente a che fare con i suoi simili. Ecco perché i suoi clienti sono esclusivamente esseri umani, sebbene si tratti sempre di personaggi poco limpidi. Raylene, infatti, è una ladra professionista: su commissione, ruba opere d’arte d’inestimabile valore e rarissimi gioielli antichi. Il giorno in cui viene contatta da Ian Scott, un vampiro, Raylene è quindi molto diffidente. E i suoi dubbi si moltiplicano quando Ian le racconta di essere stato la cavia di un progetto segreto finanziato dal governo per scoprire l’origine dei poteri dei vampiri e sfruttarli in ambito militare. Purtroppo gli esperimenti a cui è stato sottoposto lo hanno reso cieco e ora, grazie all’aiuto di Raylene, lui si vuole vendicare, recuperando alcuni documenti che proverebbero i crimini commessi dal responsabile del progetto, il maggiore Bruner. Non appena accetta l’incarico, però, la vampira entra nel mirino di spietati agenti speciali, disposti a tutto pur di fermarla. E anche il dottor Keene, il medico che ha preso in cura Ian dopo la fuga dal laboratorio dell’esercito, sembra nascondere troppi segreti: capire di chi si può fidare non è semplice, ma per Raylene potrebbe rivelarsi l’unico modo per restare in vita…

Ladra di sangue fa parte della serie urban fantasy per adulti Cheshire Red Reports
1. Bloodshot 2011 in America (appunto Ladra di Sangue)
2. Hellbent 2011 in America
(più future uscite)


L'autrice:
Cherie Priest è nata a Tampa, in Florida, nel 1975. Laureata in Letteratura inglese, grazie al successo di Ladra di sangue si è subito imposta come nuova regina dell’urban fantasy e, dall’inizio del 2011, collabora anche con una società che produce videogame. Vive a Seattle con suo marito e un grosso gatto nero. http://www.cheriepriest.com/



Dicono del libro:
«Una ventata d’aria fresca nel panorama dell’urban fantasy: finalmente!»
Kirkus Reviews

«Una protagonista eccezionale che lascerà il segno.»
Publishers Weekly

«Un thriller urban fantasy ricco d’azione e di colpi di scena.»
Booklist

«Ladra di sangue è un’interessante novità nel genere urban fantasy…
Mi sono divertita tantissimo!.»
Jeaniene Frost


Che ne dite di questo libro? A me ispira moltissimo la trama, sembra davvero qualcosa di diverso. Ecco perchè spero potrò avere la possibilità di leggerlo e di non rimanerne delusa.

 

domenica 13 maggio 2012

Auguri mamma

Come saprete tutti, oggi è la festa della Mamma.
Colgo l'occasione per fare gli auguri a tutte le mamme, compresa me stessa xD


A tutte quelle donne piene di forza, coraggio e amore.
Alla mamma, che ci dona la vita, ci tiene al caldo per tanti mesi per poi farci uscire nel freddo e sconosciuto mondo. Ci sentiamo morire, tutto è nuovo e sembra tutto pericoloso, ma poi torna la nostra mamma, ci prende fra le braccia e tutto torna tranquillo, caldo e morbido, il battito del suo cuore ci tranquillizza e noi torniamo a chiudere gli occhietti sognando.
Alla mamma che ci vede crescere, che ci aiuta a farlo nel migliore dei modi. Cercando di starci vicino nel bene e nel male. Lei che corre per aiutarci quando cadiamo dopo i primi passi e poi ci rimette in piedi e ci dà il coraggio di riuscire, lei che ascolta le nostre prime parole ed insieme esultiamo felici.
Lei che ci aiuta con i primi problemi di scuola, di amici e di piccole cotte. Ci ascolta, ci consiglia, spesso basta uno sguardo perchè ci capisca. Spesso basta il silenzio per farci capire quanto amore ha per noi e quanto ne avrà sempre.

E noi? Non basta un giorno solo per ringraziare questa donna che ci accompagna per tutta la vita, dovremmo avere modo di poterle dire grazie ogni giorno. Con un bacio, un abbraccio, una parola dolce, aiutandola in un momento difficile.
La mamma è sempre la mamma, i figli si appoggiano a questa figura; ma ricordiamoci che un giorno saranno proprio i figli a sostenerla quando ne avrà bisogno! Il sorriso felice e fiero, dolce e accogliente. Il sorriso della mamma!


Mi sono dilungata? Fa niente. Ci tenevo a dedicare un post alla mia mamma, a tutte le mamme, a chi lo diventerà.

AUGURI MAMMA!