mercoledì 31 ottobre 2012

Buon Halloween a tutti!

Buon Halloween a tutti!
Per la giornata di oggi avrei voluto organizzare qualcosa di carino, ma purtroppo non ho avuto tempo e anche le idee sono scarse. Mi dispiace davvero molto, ma spero di poter rimediare con qualche altra festa.
Ne approfitto comunque per augurarvi di passare una bellissima serata.
Andrete a qualche festa? Vi travestirete? Oppure farete una semplice "maratona horror" a casa di un amico con il mega schermo?

Io purtroppo non farò niente e sinceramente spero non verranno a suonare i bimbi con "dolcetto o scherzetto", perché purtroppo non ho dolcetti e non sono dell'umore per ricevere scherzetti xD
In effetti, pensavo che potrei presentarmi sulla porta (dopo il suono del campanello) con una maschera paurosa, emettendo versi strani, così li farei scappare tutti....
Ok, spengo il mio cervello in modalità halloweenosa.
E niente ragazzi, ho deciso di lasciarvi qualche immagine trovata sul web. Mi piacciono tutte da morire, io adoro cercare immagini e alcuni "artisti" sono davvero grandiosi.






WWW...Wednesdays #20

Buongiorno, ieri ho saltato la rubrica del martedì "Teaser Tuesday", ma come vi avevo annunciato oggi il blog torna attivo come sempre. Oggi non potevo assolutamente mancare con l'appuntamento del mercoledì, in cui ci sveliamo le relative letture che stiamo compiendo.

 Le regoline della rubrica:
- What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cos'hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa pensi leggerai in seguito?)

Cosa stai leggendo?
 Ho iniziato ieri sera il quinto libro della serie di Cassandra Clare, "Shadowhunters, Città delle anime perdute". Per me quest'autrice e la sua saga sono una sicurezza, e credo che anche questo libro non mi deluderà assolutamente.

Cos'hai appena finito di leggere?
Questa settimana sono riuscita a leggere un solo libro, a causa del tempo (soprattutto) e in parte a causa del romanzo stesso.
"Un attimo, un mattino" di Sarah Rayner, trovate la mia recensione QUI

Cosa pensi leggerai in seguito?
In questo preciso ordine mia figlia ha deciso le mie prossime letture. Ci ha messo tipo dieci minuti a scegliere, ma ce l'ha fatta xD
"Seraphina" di Rachel Hartman e "Across the Universe" di Beth Revis.
E' il periodo Young Adult, ho letto tanti romanzi di narrativa e qualche thriller, ora è arrivato il momento di dedicarmi ai miei amati YA :)

Ed ora tocca a voi. Questa rubrica è sempre frequentatissima e io amo leggere tutti i vostri commenti. Fatemi sapere cosa ne pensate delle mie letture e rendetemi partecipe delle vostre.

martedì 30 ottobre 2012

Recensione: Un attimo, un mattino di Sarah Rayner.

Incredibilmente oggi sono riuscita a scrivere questa recensione. Dico incredibilmente perché ho avuto pochissimo tempo e spero, infatti, non sia venuto fuori un disastro, ma non penso (non più del solito almeno xD)
Qui stamattina ci siamo svegliati con ZERO GRADI e le macchine tutte ghiacciate, mamma mia che freddooooooooooooo!
Ma veniamo a noi e ai nostri amati libri.
Oggi vi parlo di "Un attimo, un mattino" dell'autrice inglese Sarah Rayner. E' stato pubblicato in Italia da Guanda, il 27 settembre, al prezzo di 17,00 euro, per 410 pagine.

Trama:
E' un lunedì mattina come tanti, sul treno che porta i pendolari da Brighton a Londra. Nei vagoni, visi assonnati, preoccupati, speranzosi. Qualcuno finisce di truccarsi, qualcuno legge, c'è chi chiacchiera e chi ascolta musica dall'iPod pensando alla giornata che lo aspetta. Per Karen e suo marito è una giornata felice: stanno andando a firmare per il mutuo della nuova casa, che accoglierà loro e i due figli. Lou, dal sedile accanto, li osserva e la loro evidente complicità la mette di buon umore, anche se prova un pizzico di invidia per quell'amore sereno e totale che a lei sembra negato. Anna, invece, qualche carrozza più in là, sogna di acquistare la giacca di cui ha visto la foto sulla rivista che sta sfogliando, e piega l'angolo della pagina per ricordarsene.
E' tutto normale, è tutto tranquillo...ma poi qualcosa, di colpo, rimescola le carte della vita e quel mattino come tanti diventa il punto di svolta, l'inizio di una settimana drammatica. Legate da una tragica casualità, le tre donne affronteranno insieme i giorni seguenti e troveranno nella loro amicizia la forza per superare il dolore. Insieme scopriranno che, se davvero basta un attimo perché tutto vada in frantumi, la vita non si ferma e ci chiede di tenere il passo...


Il mio pensiero:
Questo libro mi aveva subito incuriosito prima di tutto per la copertina, che nella sua semplicità mi piace da morire e poi la trama aveva completato l'opera. Questo libro aveva il sapore di quotidianità, di sentimenti ed emozioni forti e io adoro i libri in cui ci scappano le lacrime e in cui si può riflettere.

"Un attimo, un mattino" è partito alla grande, l'autrice ha questo stile semplice ma d'effetto che ti dà modo di entrare subito nel vivo della storia. Il libro è come un "diario", è suddiviso in parti che hanno il titolo dei giorni della settimana che passano e così sembra di passare questo tempo insieme alle protagoniste. Ogni capitolo inizia con l'orario, che ancora di più lo fa avvicinare ad un stile da diario.
Iniziamo subito a conoscere le tre protagoniste (Karen, Anna e Lou), che vengono colpite in modo completamente diverso da un lutto. Improvvisamente il marito di Karen ha un infarto sul treno e muore. Su questo treno si trovano le tre donne, ma nessuna di loro sa dell'altra.
E così iniziano le avventure o disavventure delle tre protagoniste, unite da un filo sottile, il destino.
Karen e Anna sono amiche da moltissimo tempo e infatti sono loro le più presenti nel libro, Lou fa qualche comparsata d'effetto. Devo dire che in effetti, il personaggio che più mi è piaciuto è proprio Lou, che con la sua vita "fuori dalle righe" e con il suo carattere curioso e intelligente mi ha fatto sorridere e sono riuscita ad apprezzarla sempre di più.

Il libro è basato sull'amicizia fra queste donne, amicizie completamente diverse, e naviga nelle loro vite, affrondone i problemi differenti.
Il modo in cui Karen cerca di tenere duro dopo la perdita del marito, il modo in cui le sembra di essere divisa in due, la parte che va avanti come un'automa cercando di far stare bene i propri figli e continuando con la vita quotidiana, e la parte distrutta dal dolore, quella addormentata, quella parte andata persa.
Anna che subisce il dolore dell'amica e il proprio, anche per lei è stata una grande perdita. Un lutto che la fa riflettere sulla propria vita e sul proprio fidanzato. Lou che assiste alla morte dell'uomo sul treno, inconsapevole di chi sia quell'uomo, continua con la sua vita, i problemi con la sua omossesualità, con il lavoro e con la madre.
Insomma, l'autrice voleva presentarci le tre donne quasi come un'entità unica, ma ahimé, ho apprezzato molto di più le loro vite quando risultano separate, quando non vengono fatti accenni a una o all'altra.

Credo poter riassumere questo libro e la mia recensione con una frase: E' un libro con una storia ben strutturata, che parla di emozioni, ma non fa emozionare; è un libro che presenta personaggi interessanti e ben caratterizzati, ma con i quali non si riesce ad entrare in sintonia.
Perché il romanzo è pieno di emozioni, ma leggendole non provavo praticamente niente, anzi in alcuni punti ho sfiorato la noia. 
I personaggi sono interessanti, è vero, ma non ti entrano dentro, non ti senti parte delle loro vite, non riesci a seguirli e a capirli fino in fondo.

Concludendo, è un libro che mi ha deluso, la storia è buona, ma l'autrice non la sviluppa nel modo corretto, non riesce a catturare il lettore e la sua attenzione; e così si leggono una serie di eventi che si susseguono e le sensazioni che ci trasmettono sono quelle pari alla lettura della lista della spesa.
So che il mio è un paragone forte, ma è necessario per farvi capire come mi sono sentita.
Mi aspettavo un libro in grado di farmi tremare, riflettere e versare lacrime, invece mi sono trovata a leggere e sfogliare le pagine in modo indifferente e insofferente.

Passiamo a cover e titolo. Non c'è molto da dire, la cover è identica e il titolo è la semplice traduzione dall'inglese all'italiano, ecco perché faccio i complimenti alla casa editrice che non ha stravolto nessuno dei due. 

Voi cosa ne pensate della recensione, del libro e della cover e titolo?
Aspetto qualche commento, sperando di non aver fatto troppo caos con la mia recensione :)

***
Questa recensione partecipa alla Hogwart Reading Challenge

Anteprima: Inquietudine di William Boyd

Buongiorno, prima di tutto ci tengo a scusarmi per il piccolo abbandono che il blog sta ricevendo in questi giorni, ma sono stata molto impegnata... Oggi ho cercato di rispondere a tutti i commenti di questi giorni (grazie) e da domani le cose torneranno alla normalità.

Oggi voglio presentarvi un libro che mi ha subito attirato appena ne ho letto la trama. Non è una "novità assoluta" in realtà questo romanzo era già stato pubblicato dalla casa editrice Neri Pozza, nel lontano agosto 2006, ma la casa editrice Beat, che pubblica in la versione economica molti libri Neri Pozza (e non solo), ha deciso di pubblicare ad un prezzo decisamente accessibile il romanzo che sto per presentarvi.

Titolo: Inquietudine
Autore: William Boyd
Editore: Beat Edizioni
Data di uscita: 14 novembre 2012
Prezzo: 9,00 €
Pagine: 352

Trama:
È l’estate del 1976, un’interminabile calda estate in cui l’Inghilterra boccheggia in una calura senza fine. Ruth Gilmartin è giunta in macchina nel minuscolo villaggio di Middle Ashton dove vive sua madre Sally. Tutto sarebbe tediosamente uguale alle innumerevoli volte in cui Ruth è accorsa a casa di Sally col piccolo Jochen al seguito, se sua madre non avesse un comportamento a dir poco bizzarro. Ha cominciato a sbirciare fuori della finestra, verso il bosco di querce, faggi e noci. Poi ha afferrato un raccoglitore di cuoio e le ha detto porgendoglielo: «Vorrei che lo leggessi». Sul contenitore c’era scritto: Storia di Eva Delektorskaja. Bestseller internazionale, Inquietudine ci offre uno dei più formidabili ritratti di donna spia mai apparsi nella letteratura contemporanea: Eva Delektorskaja, affascinante donna russa divenuta per quarant’anni l’irreprensibile Sally Gilmartin nel cuore dimenticato dell’Inghilterra.

L'autore:
William Boyd è nato ad Accra, in Ghana, e vive a Londra. È considerato uno dei maggiori scrittori inglesi viventi. Vincitore del Whitbread First Novel Award e del Somerset Maugham Award ha pubblicato con Neri Pozza Ogni cuore umano (2004) e Le nuove confessioni (2007).


Dicono del libro:
«Il romanzo dell’anno di uno degli scrittori inglesi di maggior fama e talento, un autore letterario che ha imboccato stavolta la strada del giallo».
Enrico Franceschini - la Repubblica

«Boyd: un narratore di talento affiancato dalla critica anglosassone a Martin Amis e Ian McEwan».
Livia Manera - Corriere della Sera

«William Boyd: il più grande narratore della sua generazione».
Independent
 

Credo di avervi presentato in modo completo questo romanzo, cosa ne dite? Io credo potrà essere una lettura interessante, piacevole, un viaggio nel passato, insomma come potete capire non vedo l'ora di avere fra le mani questa piccola perla.
Aspetto qualche commento :)

domenica 28 ottobre 2012

Shopping Books #19 (Parte 2)

Buondì, come vi avevo preannunciato ieri ecco la seconda parte di "Shopping Books".
I libri che mi sono arrivati questa settimana sono dieci e così ve ne ho presentati cinque ieri e cinque oggi :)

 Ecco i cinque protagonisti di oggi. Mi sono stati inviati tutti gentilmente dalle case editrici, a parte "Innamorata di un angelo" frutto di uno scambio su Anobii :)

Titolo: Shadowhunters, Città delle anime perdute
Autore: Cassandra Clare
Editore: Mondadori/Chrysalide
Data di uscita: 16 ottobre 2012
Prezzo: 17,00 €
Pagine:  552

Trama: 
Lilith, madre di tutti i demoni, è stata distrutta ma quando gli Shadowhunters arrivano a liberare Jace, che lei teneva prigioniero, scoprono che è scomparso, ed è sparito anche il figlio di Valentine, Sebastian. Un figlio determinato a riuscire dove il padre ha fallito e pronto a tutto per annientare gli Shadowhunters. Ben presto, Clary ritrova Jace ma scopre che non è più la persona di cui si era innamorata: in punto di morte Lilith lo ha legato per sempre a Sebastian, rendendolo un fedele servitore di Valentine. Purtroppo non è possibile uccidere uno, senza ferire anche l'altro. A chi spetterà il compito di preservare il futuro degli Shadowhunters, ora che Clary sprofonda in un'oscura furia che mira a scongiurare a ogni costa la morte di Jace?


Titolo: Seraphina, La ragazza con il cuore di drago
Autore: Rachel Hartman
Editore: Sperling & Kupfer
Data di uscita: 16 ottobre 2012
Prezzo: 17,90 €
Pagine: 448

Trama: 
Regno di Gorredd, oggi. Dopo un sanguinosa guerra durata quarant'anni, uomini e draghi tentano di dimenticare gli antichi rancori e convivere pacificamente. In realtà gli uomini non riescono ancora a fidarsi dei vecchi nemici e guardano con sospetto i draghi che, sotto sembianze umane, frequentano la corte e l'università. Per questo, ogni unione fra le due specie continua a essere severamente vietata. Seraphina - nata dall'amore illecito tra un uomo e un drago con sembianze femminili - è quindi costretta a nascondere a tutti la sua vera natura e a coltivare in gran segreto l'amore che nutre per l'affascinante principe Lucian. Quando l'instabile pace fra i due mondi viene minacciata, Seraphina deve però scegliere da che parte stare. E la scelta sarà molto dolorosa.

  
Titolo: Innamorata di un angelo
Autore: Federica Bosco
Editore: Newton Compton
Data di uscita: 10 febbraio 2011
Prezzo: 12,90 €
Pagine: 376

Trama:
"Una mattina ti svegli e sei un'adolescente. Così, senza un avvertimento, dall'oggi al domani, ti svegli nel corpo di una sconosciuta che si vede in sovrappeso, odia tutti, si veste solo di nero e ha pensieri suicidi l'84% del tempo. E io non tacevo eccezione". Questa è Mia, sedici anni, ribelle, ironica, determinata, sempre pronta ad affrontare con tenacia le incertezze della sua età: scuola, compagni, genitori separati, e un rapporto burrascoso con la madre single che la adora, ma è una vera frana in fatto di uomini. Mia insegue da sempre un grande e irrinunciabile sogno: entrare alla Royal Ballet School di Londra, la scuola di danza più prestigiosa al mondo, dove le selezioni sono durissime e il costo della retta è troppo alto per una madre sola. A complicare la sua vita c'è l'amore intenso e segreto per Patrick, il fratello della sua migliore amica, un ragazzo così incantevole e unico da sembrare un angelo, che però la considera una sorella minore. La passione per la danza e quella per Patrick sono talmente forti e indissolubili che Mia non sarebbe mai in grado di rinunciare a una delle due. Fino a quando il destino, inevitabile e sfrontato, la metterà davanti a una delle più dolorose e difficili scelte della sua vita.

Titolo: Incarceron
Autore: Catherine Fisher
Editore: Fazi/Lain
Data di uscita: 31 ottobre 2012
Prezzo: 14,00 €
Pagine: 350

Trama: 
Incarceron è una prigione avveniristica e invisibile, dove i discendenti dei prigionieri originari vivono in un mondo oscuro scosso da rivalità e violenze. È un incrocio di inquietanti tecnologie, un edificio vivente, un Grande Fratello vendicativo e sempre in guardia, corredato di camere di tortura, sotterranei e passaggi segreti.
In questo luogo un giovane prigioniero, Finn, ha delle visioni della sua vita precedente e non riesce a convincersi di essere nato e cresciuto lì.
Nel mondo esterno Claudia, figlia del direttore di Incarceron, è intrappolata in un altro tipo di prigione - un universo tecnologico ma costruito con meticolosa cura affinché appaia come un'epoca antica - dove l'attende un matrimonio combinato con un ricco playboy che lei odia.
Arriverà un momento in cui Claudia e Finn, contemporaneamente, troveranno un oggetto, una chiave di cristallo, attraverso la quale potranno parlarsi. E allora sarà solo questione di tempo prima che i due mondi, finora separati dagli spessi muri di Incarceron, entrino in contatto...


Titolo: Cose da grandi
Autore: Garth Stein
Editore: Piemme
Data di uscita: 16 ottobre 2012
Prezzo: 18,50 €
Pagine: 445

Trama: 
A trentun anni, Evan si sente uno sfigato: non ha un lavoro stabile, non ha una relazione fissa, è andato via di casa soltanto perché ha ereditato l'appartamento del nonno. Pecora nera nella sua compassata famiglia di geni, fa il musicista, ma non ha mai sfondato. O meglio: lui e la sua band hanno avuto la loro grande occasione negli anni d'oro del grunge, ma si sono sciolti a un passo dal successo. E così, ora, Evan si limita a dare lezioni di chitarra a ricconi di mezza età. Insomma: rock and roll zero, sesso poco, droga solo a fini terapeutici - contro le crisi epilettiche di cui soffre a causa di un incidente subito durante l'infanzia, e sul quale non ha mai rivelato tutta la verità. Perché in una cosa è davvero bravo: nascondere segreti. Non ha mai detto a nessuno, per esempio, che ha un figlio: Dean. Del resto, neanche Evan l'ha mai conosciuto: è nato quando lui e la sua ragazza erano liceali, e i nonni materni se lo sono portato via, insieme alla giovanissima madre. Finché una drammatica circostanza fa incontrare per la prima volta padre e figlio dopo quattordici anni, e Evan, di punto in bianco genitore single, si ritrova a prendersi cura di quel ragazzino carico di rancore che non ha alcuna intenzione di rendergli la vita facile. Con un vero teenager sotto lo stesso tetto, inizierà finalmente a stargli stretta la propria eterna adolescenza. Tanto da rendersi conto che, forse, è arrivato il momento di smettere di raccontarsi scuse e superare quella paura di crescere.


E anche per questa settimana ho finito di riassumervi gli arrivi nella mia libreria. Spero vi siano interessati, spero mi darete consigli e soprattutto spero mi farete sapere cosa è arrivato fra le vostre di mani :)

sabato 27 ottobre 2012

Shopping Books #19 (Parte 1)

Buongiorno e buon sabato a tutti, in questo fine settimana mi vedrete davvero poco. Ho ospiti da me due carissimi amici ed ovviamente dedicherò tutto il tempo possibile a loro. Anche le mie letture andranno a rilento, ma la motivazione è più che valida. 
Veniamo al post di oggi, anche questa settimana Shopping Books sarà divisa in due parti, infatti ho ricevuto davvero moltissimi libri e ho deciso di fare la prima parte oggi e la seconda domani.
Eccoli qui, questi sono tutti insieme. Presenterò cinque libri oggi e cinque ve li presenterò domani; così non vengono post enormemente lunghi, di cui forse vi stanchereste.

I cinque protagonisti di oggi sono loro, ho raggruppato i libri più piccoli di dimensioni, mentre domani toccherà a quelli un po' più grossi :) "Il bacio della sirena" l'ho ricevuto gentilmente dall'autore Pasquale Capraro, mentre "L'ultima riga delle favole" di Massimo Gramellini l'ho avuto grazie ad uno scambio su Anobii. Gli altri tre mi sono stati mandati dalle gentilissime case editrici.

Titolo: Il bacio della sirena
Autore: Pasquale Capraro
Editore: Cinquemarzo
Data di uscita: Novembre 2011
Prezzo: 12,00 €
Pagine: 136

Trama:
La trama è quasi cinematografica e, comunque, invita il lettore ad un coinvolgimento "visivo" della trama, come pennellate che piano piano vengono fissate su tela: protagonista è Danilo, un appassionato della macchina fotografica che inaugura una mostra con i propri scatti. Una ragazza sconosciuta si sofferma su ogni immagine chiedendo spiegazioni, sensazioni ed emozioni; Danilo si lascia trasportare dai ricordi e racconta la propria storia, fotogramma per fotogramma, senza chiedersi il perchè di tanto interesse. Parla di Simona, il suo sogno d'amore e del suo struggente ricordo... fino a quando la sconosciuta non si rivela come personaggio chiave di questo giallo sentimentale che ammalia ed emoziona accompagnando il lettore a visitare quelle foto che sembrano scattate dal destino.

Titolo: Il signore della vendetta
Autore: Lara Adrian
Editore: Leggereditore
Data di uscita: 31 ottobre 2012
Prezzo: 10,00 €
Pagine: 352

Trama:
Gunnar Rutledge ha trascorso gli ultimi tredici anni della sua vita a escogitare il modo di vendicare l’assassinio di sua madre. Quando finalmente l’occasione tanto attesa si presenta, Gunnar rapisce Raina, la figlia del barone D’Bussy, per costringerlo alla resa dei conti. L’incontro con la figlia del suo acerrimo nemico, una ragazza ribelle e dallo spirito libero, cambierà per sempre la vita di entrambi. Tra colpi di scena e battaglie, Gunnar capirà che la vendetta può non essere l’unico scopo nella vita di un uomo.

Titolo: Il bello delle amiche
Autore: Amy Silver
Editore: Piemme
Data di uscita: 16 ottobre 2012
Prezzo: 14,50 €
Pagine: 294

Trama:
Visto da fuori, sembrerebbe impossibile trovare un gruppo peggio assortito. Chloe: avvocato in carriera, cinica e spregiudicata. Olivia: romantica fidanzata che a un passo dall'altare si scopre sposa riluttante. E Bea che, troppo indaffarata a fare la mamma e a gestire il caffè in cui serve specialità italiane, nemmeno si accorge delle gentilezze del suo vicino giardiniere. Ma nel calore del caffè, dove le tre si incontrano, è naturale cedere alle confidenze come a un peccato di gola. E così, tra una cocente delusione d'amore, un'invasione di suoceri a Natale e il dolore per una perdita mai superata, le tre ragazze riusciranno a vincere le reciproche diffidenze e a legarsi contro ogni aspettativa. Del resto, il bello di un'amica vera è che non deve essere per forza uguale a te.

Titolo: Il ghostwriter
Autore: Zoran Živković
Editore: TEA
Data di uscita: 18 ottobre 2012
Prezzo: 11,00 €
Pagine: 168


Trama:
Una mattinata nello studio di uno scrittore. Sta per mettersi al lavoro quando riceve una mail da uno sconosciuto Ammiratore che gli chiede se è disposto a scrivere un romanzo che non verrà pubblicato a suo nome. «Ma come?! A me vengono a chiedere di fare il ghostwriter!» Comincia così una storia semplice, e al tempo stesso sempre più misteriosa, in cui Živković si diverte a dimostrare tutti i paradossi dello scrivere e del rapporto tra l'autore, il libro e il lettore. Per fortuna nello studio si aggira anche Felix, un saggio gattone, che finirà col portare un po' di buon senso...

Titolo: L'ultima riga delle favole
Autore: Massimo Gramellini
Editore: Longanesi
Data di uscita: 29 aprile 2010
Prezzo: 16,60 €
Pagine: 258

Trama: 
Tomàs è una persona come tante. E, come tante, crede poco in se stesso, subisce la vita ed è convinto di non possedere gli strumenti per cambiarla. Ma una sera si ritrova proiettato in un luogo sconosciuto che riaccende in lui quella scintilla di curiosità che langue in ogni essere umano. Incomincia così un viaggio simbolico che, attraverso una serie di incontri e di prove avventurose, lo condurrà alla scoperta del proprio talento e alla realizzazione dell'amore: prima dentro di sé e poi con gli altri. Con questa favola moderna che offre un messaggio e un massaggio di speranza, Massimo Gramellini si propone di rispondere alle domande che ci ossessionano fin dall'infanzia. Quale sia il senso del dolore. Se esista, e chi sia davvero, l'anima gemella. E in che modo la nostra vita di ogni giorno sia trasformabile dai sogni.


 Ecco qui, ho finito. Ditemi cosa ne pensate di questi nuovi arrivi nella mia libreria. Sono curiosa anche di sapere se ne avete letto qualcuno di questi e poi voglio sapere quali libri avete ricevuto voi.  Aspetto i vostri commenti :)


venerdì 26 ottobre 2012

Anteprima: Uno stupido angelo di Christopher Moore

Buongiorno, oggi sarà una giornata molto piena e il tempo da dedicare al blog sarà pochissimo, ma ora ne approfitto per presentarvi un libro che uscirà fra pochi giorni nelle nostre librerie.

Titolo: Uno stupido angelo
Autore: Christopher Moore
Editore: Elliott
Data di uscita: 31 ottobre 2012
Prezzo: 16,50 €
Pagine: 256

Trama: 
Natale sta arrivando e gli abitanti del piccolo villaggio di Pine Cove in California sono impegnatissimi a far acquisti, impacchettare regali, decorare la casa e inghirlandare alberi, immersi nello spirito gioioso della festa. Ma non tutti hanno il cuore lieto e, fra questi, c’è il piccolo Joshua. A rattristare il bambino è la convinzione che quest’anno non riceverà regali, dal momento che ha visto con i suoi occhi Babbo Natale ricevere un colpo di pala e stramazzare a terra. Per questo, da quel momento, la sua unica preghiera è: “Ti prego, Babbo Natale, torna dal regno dei morti!”. E si sa, per quanto impossibili, a volte i desideri dei bambini vengono accolti in paradiso; in questo caso quello di Joshua viene intercettato dall’arcangelo Raziel, che non è certo l’angelo più sveglio nel regno dei cieli. Spinto dall’euforia per la missione che deve compiere, l’arcangelo dà inizio a una serie di eventi che getteranno i residenti di Pine Cove dritti nel caos, culminante nella festa di Natale più esilarante e terrorizzante che la città abbia mai visto.

È il Natale secondo Moore, grottesco e cattivello al punto giusto, qui presentato ai lettori italiani in versione integrale con un nuovissimo capitolo aggiunto dall’autore.




Ed ora ditemi, non sembra incredibile questo romanzo?
Io non vedo l'ora di leggerlo e spero di poterlo recensire prestissimo.
 

giovedì 25 ottobre 2012

L'angolo del thriller: Il presagio di Paul Pen

Ogni tanto compaio con questa rubrica per proporvi libri thriller/noir che spero sempre possano interessarvi e colpirvi.
Mancano pochi giorni alla fine di ottobre, ma le uscite in libreria non mancano, anzi.... C'è una concentrazione di libri interessanti proprio in uscita l'ultimo giorno di ottobre.
Oggi ve ne presento uno che mi ha colpito subito con la sua trama.

Il sorprendente e acclamato esordio che ha scalato le classifiche in Spagna.
Un paesino sperduto nella provincia di Madrid.
Un giovane ragazzo in coma.
Un tragico destino che si ripete ogni nove anni.

Titolo: Il presagio
Autore: Paul Pen
Editore: Newton Compton
Data di uscita: 31 ottobre 2012
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 384

Trama:
Una torrida notte di maggio in un paesino sperduto nella provincia di Madrid. L'insegna al neon intermittente nell'oscurità segnala una stazione di servizio aperta 24 ore su 24.
Cinque persone senza un legame preciso si ritrovano casualmente lì quella sera. Uno di loro tira fuori all'improvviso una pistola e colpisce con una pallottola il giovane David, che finisce in coma. Aaròn, il suo migliore amico, verrà tormentato dai sensi di colpa: è stato lui, infatti, a chiedergli di andare alla stazione di servizio. E non c'è niente che possa fare per David se non indagare su cosa sia successo veramente quella notte. Dopo un'oscura ricerca scopre un'allucinante coincidenza: questo scenario di morte si ripete con terrificanti intervalli di nove anni. Quale enigma si nasconde dietro l'inspiegabile catena di sangue che sembra legare gli abitanti del luogo? Con Il Presagio, uno straordinario esordio letterario, Paul Pen ci conduce alla scoperta della misteriosa e surreale Arenas de la Desperanada. Un sobborgo di Madrid che - con le sue villette a schiera, la vecchia fabbrica di orologi e gli immensi scheletri degli scivoli dell'Acquapark - nasconde un terribile segreto...

L'autore:
Paul Pen è nato a Madrid nel 1979, laureato in comunicazione audiovisiva, collabora come giornalista con diverse testate. Lavora anche come sceneggiatore televisivo ed è autore, tra l'altro, dell'edizione spagnola del reality L'isola dei famosi. Il suo amore per la letteratura è nato dopo aver letto Stephen King e Roald Dahl. Grazie al suo primo romanzo, Il presagio, è stato insignito del premio FNAC come miglior esordiente.


Vi lascio anche il booktrailer del libro che a me personalmente ha incuriosito ancora di più, l'ho trovato perfetto.

Ed ora voglio sapere cosa ne pensate di questo romanzo che vi propongo. A me incuriosisce moltissimo e dovete sapere che sono già stati acquistati i diritti per farne un film.
Aspetto i vostri commenti :)

Chi ben comincia... #7

E quando penso che siamo già alla settima puntata di questa rubrica, mi viene il sorriso. Mi sembra di avere iniziato ieri, invece sono già 7 volte che vi tengo compagnia con questa rubrica.

Le poche regole di questa rubrica:
- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria.
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
-Aspettate i commenti :)

Il libro che vi presento oggi l'ho letto qualche mese fa. E dietro di sé ha lasciato una scia di ricordi ed emozioni molto bella e profonda. E soprattutto, ha lasciato una grande curiosità e impazienza per il volume che seguirà. Un libro che mi ha colpito davvero fin dalle prime righe e che non riuscivo più a smettere di leggere.

 La chimera di Praga
di 
Laini Taylor

Mentre camminava sui ciottoli ovattati dalla neve per andare a scuola, Karou non aveva alcuna sinistra premonizione su quella giornata. Sembrava solo un altro lunedì, innocuo a parte la sua sostanziale luneditudine, per non parlare della sua gennaietà. Era buio e faceva freddo; in pieno inverno il sole non sorgeva fino alle otto. Eppure era incantevole. La neve che cadeva e l'ora mattutina cospiravano a dipingere una Praga spettrale, come un'antica lastra fotografica, tutta argento e foschia. 
Sulla grande strada lungo il fiume, i tram e gli autobus passavano rombando, ancorando la giornata al ventunesimo secolo, ma nelle stradine più silenziose la pace invernale sarebbe potuta provenire da un'altra epoca. Neve, pietra e luce spettrale, i passi di Karou e il pennacchio di vapore dalla sua tazza di caffé. E lei era sola, persa tra i pensieri normali: scuola, commissioni. Di quando in quando un piccolo morso d'amarezza alla guancia se una fitta di struggimento s'intrometteva importuna, come sono solite fare quelle fitte, ma lei le accantonava, risoluta, pronta a farla finita con tutto questo.

------------------------------------------------------------------------------------------

Che ve ne pare? Ho scelto un bel libro oggi, vero? So che molti di voi che seguono il blog hanno amato questo romanzo e so che siete tutti in trepidante attesa per il secondo (speriamo esca presto). Beh, spero accoglierete con gioia la rubrica oggi :)

Novità in libreria: Luce & Ombra. Incontro con Jimmy Page

Buongiorno carissimi, è circa una settimana che combatto con l'influenza e sinceramente non ne posso più. Sono stanca, dormo poco e sono molto nervosa, spero che questi malesseri passeranno in fretta perché ne ho abbastanza.
Ma veniamo al post di questa mattina. 
Sicuramente molti di voi non sanno che ho una passione smisurata per i Led Zeppelin un gruppo rock, anzi IL gruppo rock (secondo me), che mi ha in un certo senso cambiato la vita nella mia adolescenza, quando stamattina ho aperto le email e mi sono trovata la newsletter di Sperling & Kupfer, l'ho guardata di sfuggita ma quando ho letto il nome di Jimmy Page il mio interesse si è subito fatto importante.
Jimmy Page era il chitarrista dei Led Zeppelin, ma è anche un grande uomo e un grande artista.
Così ho deciso di parlarvi di questo libro, diverso da tutti quelli di cui vi ho parlato finora.

"La raccolta più esaustiva e interessante di interviste, pensieri e aneddoti di un grande del rock'n'roll sotto ogni profilo: interprete, autore e produttore. Un volume che i fan di Jimmy come me non può non avere."
Slash

Titolo: Luce & Ombra. Incontro con Jimmy Page
Autore: Brad Tolinski
Editore: Sperling & Kupfer
Data di uscita: 23 ottobre 2012
Prezzo: 18,90 €
Pagine: 360

Trama:
A più di trent'anni dal loro sciogliemento, i Led Zeppelin sono tuttora un fenomeno mondiale per gli straordinari successi e l'enorme influenza in campo musicale. Ma nonostante il fiume d'inchiostro dedicato alla band, non esiste un solo libro scritto o autorizzato da uno dei membri. Tranne questo. Basato su oltre vent'anni di interviste e chiacchierate dell'autore con Jimmy Page, Luce & Ombra racconta l'essenza di un artista leggendario e misterioso.
Pagina dopo pagina, uno dei migliori chitarristi di tutti i tempi si rivela a cuore aperto, esplorando la propria carriera nei più intimi dettagli, dai primi riff con Jeff Beck alla poliedrica collaborazione con Tom Jones, Shirley Bassey, Burt Bacharach, The Who, Eric Clapton.
Page parla degli anni decadenti e immensamente creativi con gli Zeppelin, della sua relazione sinergica con Plant, Bonham e Jones, e del percorso successivo come solista e produttore.
Esamina i pezzi più noti della produzione del gruppo, da Stairway to Heaven a Whole Lotta Love, racconta i sensazionali tour, il mitico film-concerto The Songs Remains the Same, il dietro le quinte del monumentale "Led Zeppelin IV"; ma offre anche digressioni personali che permettono di comprendere meglio l'uomo, come la fascinazione per l'occulto o l'incontro con Elvis Presley.
Il libro è arricchito dagli "interludi musicali", dove altre voci, come quelle di Eric Clapton, John Paul Jones, Paul Rodgers, Jack White, dialogano con il protagonista, evocando luoghi, episodi e persone, e soprattutto parlando dell'unico, grande amore che li accomuna: la chitarra. Corredata di foto inedite, un'opera imperdibile per ogni appassionato. Come afferma Tolinski: "Uno sguardo avvicente e definitivo sulla vita professionale di un genio, raccontata con parole sue".


Credo che sia tutto ampliamente spiegato nella "trama" del libro. Questo è un tesoro inestimabile per chi come me ama i Led Zeppelin, e per chi ha un'adorazione per quell'uomo geniale di nome Jimmy Page.
Non so se potrà interessarvi, ma è una cosa importante per me e ho deciso di parlarvene.
E per concludere voglio lasciarvi una delle canzoni più famose del Led Zeppelin, ma anche una delle più belle. Ho deciso di mettervi il video con le parole sullo schermo, così potete capire quanto sia bella la canzone.
Stairway to Heaven


mercoledì 24 ottobre 2012

WWW...Wednesdays #19

Rieccomi con voi, rieccoci a mercoledì, uniti a parlare delle nostre letture.
 Le regoline della rubrica:
- What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cos'hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa pensi leggerai in seguito?)

Cosa stai leggendo?
In realtà inizierò questo libro fra poche ore, "Un attimo, un mattino" di Sarah Rayner.
Ho "saltato" la lettura di questo libro per troppe volte e mi sono decisa a leggerlo per tagliare la testa al toro. Spero mi soddisferà :)

Cos'hai appena finito di leggere?
 Anche questa settimana mi sono cimentata in due letture. Due romanzi di narrativa profondi e in modo diverso molto particolari.
"Il bello della vita" di Dan Rhodes (QUI la mia recensione) un libro che parla di destino e di conseguenze.
"La cugina americana" di Francesca Segal, ho finito di leggerlo ieri sera. Avevo questo romanzo in wishlist da un po' ed essere riuscita a leggerlo mi ha reso felice, inoltre non ha minimamente deluso le mie aspettative.Ho pubblicato pochissimo fa la mia recensione (la trovate QUI)

Cosa pensi leggerai in seguito?

 Come potete notare con i vostri stessi occhi, questa settimana mi trovo di fronte ad una scelta molto molto complicata. Sono 4 libri che a modo loro attirano da morire la mia attenzione, ma non so assolutamente quale scegliere. AIUTO. :)
E pensare che anche mia figlia Vera è indecisa su quale scegliere proprio fra questi quattro, è un vero dramma.


Il vostro turno è arrivato. Mi aspetto tanti commenti con tanti consigli e le vostre letture.


Recensione: La cugina americana di Francesca Segal

Oggi voglio parlarvi della mia ultima lettura, finita proprio ieri sera non credo sarà semplice parlare di questo libro, ma ovviamente ci provo :)

La cugina americana è il romanzo d'esordio di Francesca Segal, edito in Italia da Bollati Boringhieri, pubblicato il 30 agosto di quest'anno, al prezzo di 17,50 euro.

Trama: 
Hampstead Garden, nordovest di Londra, è il quartiere della buona borghesia ebraica, ricca, istruita, liberal, solidale: tutti conoscono tutti, tutti frequentano tutti, tutti sono pronti a soccorrere chiunque si trovi in difficoltà. Adam e Rachel si conoscono da sempre, si amano dall'adolescenza, e stanno per fidanzarsi. La comunità segue l'evolversi della relazione da quando è nata, tutti aspettano il matrimonio, i figli. Tutto va come dovrebbe andare fino a quando, da New York, città di liberi costumi e strane usanze, arriva Ellie, la cugina di Rachel: bellissima, fragile, dolce, infelice, anticonformista. Ellie è una sopravvissuta, come tanti dei membri anziani della comunità: non ai campi di concentramento, ma alla morte della madre in un attentato terroristico in Israele, e alla conseguente decisione del padre di vagare per il mondo portando la piccola con sé. Tra Adam ed Ellie è amore al primo sguardo. Entrambi resistono, si evitano, si cercano, irresistibilmente attratti e irrimediabilmente divisi. Fino a quando Adam, avvocato nello studio del padre di Rachel, viene incaricato di risolvere la situazione incresciosa, pericolosa, che Ellie si è lasciata alle spalle a New York. I due sono costretti a incontrarsi, per lavoro, fino a quando una malattia di Ziva, la nonna di Ellie e Rachel, fornisce ai due innamorati impossibili l'occasione di infrangere le regole.


Il mio pensiero:
Questo libro mi ha affascinato e interessato fin dai primi giorni di pubblicazione, in cui lo vedevo in giro per il web e nelle librerie. Lo prendevo in mano, lo sfogliavo e non riuscivo a comprarlo, la causa è il risparmio ferreo che mi impongo ogni mese, purtroppo.
Quando la casa editrice Bollati Boringhieri ha accolto la mia richiesta di mandarmene una copia per poterlo recensire, posso dire che ho fatto i salti di gioia.

La cugina americana è un libro che parla di sentimenti, che scava nell'animo umano e ne mette a nudo difetti e pregi, cercando di dividere quello che è giusto, da quello che è sbagliato.
La Segal ci mette di fronte ad una società ricca, istruita, solidale (fin troppo), la società ebraica che vive nel nordovest di Londra. Una società in cui tutti si conoscono e conoscono tutto di tutti, in cui un segreto non rimane segreto, in cui tutti si mobilitano per aiutare gli altri, ma è una società chiusa; che non sente il bisogno di conoscere il resto del mondo, che si sente al sicuro e protetta in quel piccolo fazzoletto di terra in cui si sono concentrati tutti gli abitanti.
Quando una stravagante ragazza farà la sua comparizione nella vita metodica e ripetitiva della società, tutti gli equilibri diventeranno pericolanti e le certezze inizieranno a vacillare.
Nel romanzo è presente il triangolo amoroso fra Adam, Rachel e Ellie... Ma la storia non è basata solo su questo, anzi.... Ci gira intorno, attraversa il triangolo, ma poi torna a girarci intorno facendoci conoscere carattere dei personaggi e ambientazioni in modo egregio, ricco di dettagli e suggerimenti.
Ci troviamo di fronte ai vizi e alle virtù, alle paure e incertezze, alle speranze e ai credo di questi personaggi, che vengono analizzati nel profondo, impariamo realmente a conoscerli ed apprezzarli, condivedendo le loro scelte, riflettendo sulle conseguenze che ne derivano.

Lo stile dell'autrice è elegante, scorrevole, ironico, dettagliato e molto profondo. E' una lettura che scorre veloce, ma che lascia molti spunti di riflessione. E' una lettura che fa pensare alla società di oggi (in generale, non solo quella ebraica), fa riflettere sull'animo umano, e ci riporta indietro negli anni quando la società ebraica non poteva vivere liberamente la propria vita, ci riporta agli orrori e alle difficoltà. Senza però tralasciare l'ironia che la Segal mette qua e là, rende sicuramente la lettura più leggera, fa sorridere, ma non sovrasta mai la profondità e la capacità di far riflettere.

La cugina americana è un romanzo poliedrico, in cui l'autrice è riuscita a racchiudere la bellezza e la "brutalità" della mente umana. Un romanzo contemporaneo sulla perdita dell'innocenza, sull'amore "costrittivo", sulla gelosia e l'invidia, sul tradimento, sul pentimento, sulla perdita...
E' un romanzo che consiglio a tutti voi, perché c'è bisogno di realtà e sicuramente questo libro ne mette a disposizione tanta.

Forse ho fatto un pastrocchio, spero di no, spero di essere riuscita a trasmettere quello che ho provato leggendo questo romanzo.
Passiamo alle questioni più "frivole", titolo e cover. Sinceramente non capisco per quale motivo titolo e cover siano stati cambiati. Trovo molto più adatto e in linea con il romanzo il titolo e la cover originali. Mentre con quelli nostrani viene persa un po' la "magia" e la caratterizzazione di questo romanzo.

Aspetto i vostri commenti, spero siano numerosi e spero di avervi invogliato a leggere questo romanzo. Mentre per chi lo ha già letto, spero di trovare i vostri pareri sulla mia recensione e sul libro.
***
Questa recensione partecipa alla Hogwart Reading Challenge