venerdì 30 gennaio 2015

Readings Recap #2

Ciao a tutti e benvenuti nell'ultimo post di gennaio xD
Ebbene sì, anche questo mese è agli sgoccioli, state tirando le somme?
Direi che io non posso assolutamente lamentarmi come inizio del 2015. Nella vita reale il 10 gennaio ho avuto la conferma di essere incinta e direi che questo vale tutto. La settimana scorsa mia figlia ha avuto una grande soddisfazione nello sport che pratica, lei a scuola sta andando bene. Io ho la possibilità di rilassarmi e circondarmi delle persone che più amo e per concludere, la mia vita da lettrice è partita alla grande con libri che ho amato, tutti!
Oggi sarà una puntata un po' "scarna", in effetti mi sono studiata male i tempi, ma questa puntata la faccio soprattutto per le challenge a cui sto partecipando, in cui serve qualche riga di commento per le letture effetuate.
Rubrica a cadenza casuale inventata da me.
In ogni puntata parlo brevemente delle ultime letture fatte e delle prossime che ho in progetto di fare. 


Four di Veronica Roth
★★★★

Un libro che diventa indispensabile per chi ha amato la trilogia di Divergent. Grazie a questo libro abbiamo la possibilità di conoscere meglio Quattro, personalmente uno dei miei personaggi preferiti. Ho sempre avuto la voglia e la curiosità di capire e scoprire questo personaggio che è sempre stato un po' misterioso e riservato.  Conosciamo meglio Quattro, il suo mondo, il suo modo di pensare e di agire e i suoi perché. Come ho già scritto nella recensione, credo che in un certo senso i capitoli finali si potevano benissimo evitare.

22/11/63 di Stephen King
★★★★½

Complesso, lungo, lento, ma meraviglioso. Un libro che sembra essere pulsante e vitale, perché contiene così tanto che sembra avere vita propria. King da prova, ancora una volta di essere un narratore a tutto tondo, in grado di affrontare qualsiasi situazione in qualsiasi genere letterario; in grado di creare protagonisti indimenticabili e personaggi che accompagnano in modo altrettanto indimenticabile. 22/11/63 è uno splendido viaggio che ci porta verso la misteriosa morte di JFK, ma è anche uno splendido viaggio nella vita di Jake/George, il protagonista.


So che è un post un po' cortino perché dovrebbe essere un riassunto delle mie letture e vi parlo solo di due libri, ma ci tenevo a farlo per concludere al meglio questo gennaio di letture splendide. 
Spero che il mese di febbraio continuerà così. Ora sto leggendo Lo straordinario mondo di Ava Lavender, ma ho letto pochissime pagine e non posso dare un giudizio, anche se ammetto che l'approccio dell'autrice mi piace e anche il suo modo di scrivere, spero la storia sarà bella come promettono le prime pagine, se anche questo libro sarà da quattro stelline o più posso veramente ritenermi molto molto soddisfatta, vedremo :)
Aspetto i vostri commenti sulle vostre ultime letture di gennaio e fatemi sapere che ne pensate delle mie, magari avete già letto anche voi i libri e possiamo confrontarci :)

mercoledì 28 gennaio 2015

"Ogni giorno" di David Levithan

Buonsalve amici lettori, come sta trascorrendo la vostra settimana?
Io finalmente sono libera dalle nausee, almeno così sembra, diciamo che non voglio parlare troppo presto xD
Il problema che continua è il mal di schiena, ci sono giorni che fatico a stare in piedi o anche a sedere e non è il massimo dato che sono solo all'inizio della gravidanza, ho sempre una minuscola speranza che passi entro qualche settimana, ma ormai sono quasi certa me lo porterò dietro per tutti i 9 mesi e anche oltre :(

Basta parlare di dolori e gravidanze xD Siamo qui per ciarlare di libri ed oggi vi propongo l'ultima recensione del mese di gennaio, direi che ne ho recuperate un bel po', anche se la luce alla fine del tunnel è ancora moooolto lontana purtroppo. Oggi vi parlerò di Ogni giorno di David Levithan, libro che ho letto agli inizi del mese di aprile (oh signore, come sono indietro ancora °_°)


Trama: Da quando è nato, A si risveglia ogni giorno in un corpo diverso. Per ventiquattr'ore abita il corpo di un suo coetaneo, che poi è costretto ad abbandonare quando il giorno finisce. Affezionarsi alle esistenze che sfiora è un lusso che non può permettersi, influenzarle un peccato di cui non vuole macchiarsi. Quando però conosce Rhiannon, chiudere gli occhi e riprendere il cammino da nomade è impossibile: per la prima volta innamorato, A cerca di stabilire un contatto, di spiegare la sua maledizione, fino a convincere Rhiannon che è tutto vero, che quello che ogni giorno si presenta da lei è la stessa persona, anche se in un corpo diverso. Rhiannon s'innamora a sua volta dell'anima di A, ma dimenticare il suo involucro è difficile, e pian piano la relazione con i mille volti di A si fa più delicata di un vetro sottile. Nel disperato tentativo di non perderla, A tradisce le sue regole, inizia a lasciare nelle esistenze quotidiane tracce e strascichi del suo passaggio, e qualcuno se ne accorge...


Rating:

lunedì 26 gennaio 2015

"Prodigy" di Marie Lu

Buonsalve, come state cari lettori? Avete passato bene il weekend? E questo lunedì si prospetta buono oppure no?
Io finalmente sono ufficialmente in maternità, così non ho più orari da rispettare e posso stare tranquilla anche su quel fronte, perché fino all'altro giorno ero in malattia e avevo gli orari da rispettare, ma non stavo male ed era assurdo. Per fortuna ora sono libera e felice xD

Veniamo a noi e ad una nuova recensione. Oggi vi parlo del primo libro letto nel mese di aprile del 2014, un libro che ho amato e di cui sto aspettando con trepidazione il seguito. Sto parlando di Prodigy di Marie Lu.



Trama: June e Day arrivano a Vegas dopo essere miracolosamente sfuggiti all'ingiustizia della Repubblica quando l'inconcepibile accade: l'Elector Primo muore e il figlio Ander prende il suo posto. Mentre la Repubblica sprofonda nel caos, i due giovani ribelli si uniscono ai Patrioti nel disperato tentativo di salvare il fratello di Day, Eden. E i Patrioti accettano, ma a una condizione: June e Day dovranno prima uccidere il nuovo Elector. Peccato che Ander non abbia niente a che vedere con il suo crudele genitore.










Serie "Legend":
#1 Legend (2013)
#2 Prodigy (2014)
#3 Champion (Inedito in Italia)

Rating:

sabato 24 gennaio 2015

"Il lato positivo" di Matthew Quick

Buon pomeriggio, rieccomi con voi. So che in questo periodo il blog è un po' "monotono" in quanto pubblico quasi esclusivamente recensioni, ma come avevo detto sto approfittando di questo periodo di "transizione" per portarmi un pochino avanti con alcune delle recensioni che ho in arretrato. Prometto (croce sul cuore) che da febbraio le cose diventeranno un po' più movimentate e proprio oggi ho iniziato a pensare ai festeggiamenti per il compleanno del blog. Quest'anno voglio fare le cose "in grande", ma sono ancora ad idee molto acerbe per ora :)
Intanto, mi auguro di non annoiarvi con tutte queste recensioni, sono tante e di libri molto diversi tra loro, ecco perché in un modo o nell'altro spero di attirare la vostra attenzione. Oggi vi parlo di un libro che è piaciuto a tanti, così come il film tratto da esso, sto parlando di Il lato positivo di Matthew Quick. Ah, ci tengo a precisare che anche in questo caso la lettura del libro e la scrittura della recensione risalgono alla fine di marzo del 2014.

Trama: Pat Peoples è convinto che la sua vita sia un film prodotto da Dio. La sua missione: diventare fisicamente tonico ed emotivamente stabile. L'inevitabile happy end: il ricongiungimento con la moglie Nikki. Questo ha elaborato Pat durante il periodo nel 'postaccio', la clinica psichiatrica dove ha trascorso un tempo che non ricorda, ma che deve essere stato piuttosto lungo... Infatti, ora che è tornato a casa, molte cose sembrano cambiate: i suoi vecchi amici sono tutti sposati, gli Eagles di Philadelphia hanno un nuovo stadio ma, soprattutto, nessuno gli parla più di Nikki, e anche le foto del loro matrimonio sono scomparse dal salotto. Dov'è finita Nikki? Come poterla contattare, chiedere scusa per le cose terribili che le ha detto l'ultima volta che l'ha vista? E come riempire quel buco nero tra la litigata con lei e il ricovero nel postaccio? E, in particolare, qual è la verità? Quella che ti fa soffrire fino a diventare pazzo, o quella di un adorabile ex depresso affetto da amnesie ma colmo di coraggiosa positività? Pat guarda il suo mondo con sguardo incantato, cogliendone solo il bello, e anche se tutto è confuso, trabocca di squinternato ottimismo, fino all'imprevedibile finale.

Rating:

venerdì 23 gennaio 2015

Shopping Books #2 (Regali di Comple-Natale)

Rubrica a cadenza casuale inventata da me.
In ogni puntata vi presento tutti i nuovi libri arrivati suoi miei scaffali,
che siano essi acquisti, regali, scambi o omaggi.


Buongiorno carissimi, so che da quando il blog ha ripreso vita vi sto massacrando di post, tutto questo per il semplice fatto che sono indietro con alcune cose e voglio recuperare, tutto qui. Ma da febbraio il blog riprenderà il suo "ciclo" normale dunque ci saranno settimane più ricche di post e settimane che saranno poverelle :)

Oggi sono qui per mostrarvi tutti i regali librosi ricevuti per il mio compleanno e a Natale, non è un giorno scelto a caso, in quanto è passato esattamente un mese dal mio compleanno e così mi sembrava carino pubblicare il post proprio questo giorno :)
Oltre a tutti questi regali che vedete ho ricevuto altre cose gufose e utili, ma non ho avuto tempo per fotografarle.

Partiamo subito con i libri in inglese (guardate quanti *_*).
Dunque Demon Glass e Spell Bound mi sono stati regalati da Denise e Leda per darmi modo di concludere la trilogia iniziata a leggere qualche mese fa.
Aristotele and Dante Discover the Secrets of the Universe me lo ha regalato a sorpresa Veronica, nel senso che non me lo aspettavo assolutamente in quanto non era nella mia wishlist.
Shatter Me è stato un altro regalo di Denise (uno era per il comple e uno per Natale), perché volevo provare a leggere tutta la serie della Mafi in lingua visto che qui da noi hanno bloccato la pubblicazione.
Ed infine un'altra sorpresa, Some Boys me lo ha regalato Valy e anche lei diciamo che è andata un po' ad occhi chiusi in quanto poco prima che me lo prendesse io lo avevo aggiunto alla wishlist ma lei non se n'era accorta :)

Ed ora passiamo ai libri in italiano sul genere fantasy e simili.
La rivincita mi è stato regalato da Michy e Nadia (ebbene sì, un doppione), perché dopo aver letto The Giver ero molto curiosa di poter continuare la serie.
Il mago me lo ha regalato mia zia Monica e non vedevo l'ora di poterlo avere tra le mani, perché si fatica a trovare ancora in vendita questo libro.
Bianca ha mantenuto la tradizione dello scorso anno e mi ha regalato Ladri di sogni (l'anno scorso mi aveva regalato Raven Boys xD).
Ed infine Leda mi ha regalato L'oceano in fondo al sentiero, sapete tutti quanto amo Gaiman e quanto bramo ogni suo libro, questo era uno di quelli che volevo aspettare uscisse in versione economica, ma c'è chi ci ha pensato prima.
Infine ecco i regali librosi di narrativa "normale" xD
Ringrazio Nadia per Maschio bianco etero perché ormai Niven era diventata un'ossessione, dovevo avere un suo romanzo.
Ringrazio Michy perché mi ha aiutato ad ampliare la mia collezione di libri della Flagg regalandomi Pane cose e cappuccino.
Ed infine ringrazio Daniela che mi ha regalato La custode di mia sorella che desideravo tanto perché mi è venuto il pallino di iniziare a leggere la Picoult dal suo primo libro. E 22/11/63, anche in questo caso desideravo il libro da tantissimo, infatti dopo aver ricevuto tutti i vostri consigli è ho deciso che questo sarebbe stata la mia seconda lettura firmata King (e lo sto leggendo proprio in questo periodo).





Eccomi alla fine di questo altro post decisamente lunghino. Come vi avevo accennato, dalla prossima puntata di Shopping Books la presentazione dei libri cambierà, infatti cercherò di fare il post ogni volta che avrò un massimo di 6 libri in modo tale da non rendere il post troppo pesante e lungo.
Ma prima di concludere vorrei ringraziare di nuovo tutte quelle splendide ragazze che hanno pensato a me facendomi questi regali meravigliosi: Monica, Veronica, Denise, Leda, Daniela, Michela, Nadia, Valy e Bianca non so davvero come ringraziarvi. Ricordate che vi voglio un gran bene!
Ed ora ragazzi vorrei leggere qualche vostro commento in merito a questi libri, se ce ne sono alcuni che avete già letto, altri che vi ispirano o che vorreste comprare... insomma, qualsiasi pensiero abbiate sui libri che ho presentato, scrivete pure senza problemi.
Un abbraccio a tutti!

giovedì 22 gennaio 2015

"Four" di Veronica Roth (Anteprima)

Buonasera carissimi, orario inusuale per me, infatti sono anche abbastanza di corsa perché ho un appuntamento su Skype xD
E' da qualche giorno che non riesco a scrivere sul blog, ma ormai lo avrete capito. I primi giorni della settimana sono sempre abbastanza caotici per me e se non riesco a programmare prima è difficile che io possa fare qualcosa, inoltre continuo a non stare bene con nausee e tutto il resto e così capita spesso che alla sera la voglia di mettermi davanti al pc sia pari a -20.

Stasera ho voluto scrivere "fuori orario" perché volevo assolutamente pubblicare la mia "mini-recensione" per Four di Veronica Roth, che grazie alla casa editrice sono riuscita a leggere in super anteprima (anche se la recensione arriva con qualche giorno di ritardo -.-), infatti ho finito di leggere il libro all'inizio della settimana e in teoria questa recensione avrei dovuto pubblicarla ieri. Il libro uscirà in tutte le librerie e gli store il 27 gennaio e sono quasi sicura ci sarà un assalto da parte di noi lettrici xD




Trama: Quando per Tobias, il figlio sedicenne del leader degli Abneganti, arriva il giorno della scelta, il ragazzo non ha dubbi: vuole passare negli Intrepidi, perché questa è la sua unica possibilità di allontanarsi dal padre violento. Quattro - questo è il nome che si è dato - può iniziare così la sua nuova vita, con l'obiettivo di sconfiggere tutte le sue paure... Il percorso da fare è ricco di soddisfazioni, ma anche pieno di ostacoli e solitario, almeno fino a quando non fa la sua comparsa una ragazza davvero speciale.









Serie "Divergent":
#0.1 - #0.4 Four (2015)
#1 Divergent (2012)
#2 Insurgent (2013)
#3 Allegiant (2014)

Rating:

lunedì 19 gennaio 2015

"Il segreto della notte - Night School" di C.J. Daugherty

Buon pomeriggio a tutti, eccoci di nuovo insieme con un'altra recensione "di recupero" xD
Come state carissimi? Con tutto quello che è successo non vi ho ancora chiesto come avete passato le feste, se avete fatto qualcosa di particolare oppure se siete rimasti a casa a calduccio con la famiglia.
Se vi va, anche se è passato tanto tempo, fatemi sapere un po' come avete passato queste lunghe feste natalizie :)

Anche oggi vi parlo di un libro letto verso la metà di marzo dello scorso anno. Un libro da cui mi aspettavo tanto, ma che mi ha deluso. Vi lascio ai miei pensieri su Il segreto della notte di C.J. Daugherty.


Trama: Dopo un anno complicato in cui ha lottato e sofferto, in cui ha dovuto separarsi da persone care e ha conosciuto la potenza dei suoi nemici, Allie ha perso fiducia nella vita. L’unico posto dove si sente a casa è la nuova scuola, la Cimmeria Academy. Qui vivono i suoi veri amici, pronti a sostenerla nelle difficoltà e a darle l’affetto e il calore familiare che ormai pensava di aver perduto per sempre. Ma la Cimmeria Academy non è il paradiso che sembra: oscurità e mistero ancora aleggiano tra antichi corridoi e un grave pericolo minaccia studenti e insegnanti. E c’è di più: Allie scopre che il segreto custodito tra le mura imponenti di questa prestigiosa accademia potrebbe riguardare anche la sua famiglia. Ma non potrà fare affidamento su nessuno, dubiterà dei suoi stessi sentimenti e dovrà raccogliere tutto il coraggio per cercare la verità, e per scoprire chi in realtà la sta tradendo. E qualcuno si farà seriamente del male…



Serie "Night School":
#1 Il segreto del bosco (2012)
#2 Il segreto della notte (2013)
#3 Il segreto dell'alba (2014)
#4 Resistance (Inedito in Italia)
#5 Endgame (Inedito)

Rating:

domenica 18 gennaio 2015

Readings Recap #1

Buongiorno carissimi lettori e buona domenica, come state?
Io sono alle prese con nausee fortissime e mal di schiena devastanti, insomma sono un mezzo catorcio, ma spero che nel prossimo mese le cose miglioreranno un pochino.
Oggi viene a trovarmi la mia mamma e festeggiamo insieme il suo compleanno, ho preso una tortina ai frutti di bosco e le ho fatto un regalo che sicuramente sarà graditissimo xD Le ho comprato tre dvd di Hayao Miyazaki, infatti come me, anche lei è un'appassionata dei suoi film.

Oggi iniziamo con la "nuova" rubrica, che tanto nuova non è. In poche parole è la vecchia "Weekly Books" riadattata alle mie esigenze.
Oggi infatti vi parlerò brevemente delle letture fatte dall'inizio dell'anno fino ad oggi ;)

Rubrica a cadenza casuale inventata da me.
In ogni puntata parlo brevemente delle ultime letture fatte e delle prossime che ho in progetto di fare.


Frammenti di buio di Steve Mosby
★★★★

Erano mesi che volevo leggere questo libro e per tanti motivi rimandavo sempre. Ora posso dire che il mio istinto raramente mi tradisce. Questo libro è stupendo, un thriller che tiene con il fiato sospeso dall'inizio alla fine. Un intreccio che si fa sempre più fitto mano a mano che la storia prosegue e quel tocco da maestro del "libro dentro al libro" è favoloso. Inutile dire che ho già messo in wishlist tutti gli altri libri di Mosby.
Il sostituto di Brenna Yovanoff
★★★★

Altro libro che ho aspettato tanto a leggere ma che non mi ha deluso per niente. La Yovanoff avevo già potuto apprezzarla con un altro suo libro, e Il sostituto è stata una lettura altrettanto entusiasmante ed emozionante. L'autrice ha questa splendida capacità di unire emozioni profonde e reali, a scenari horror e a una storia fatta di “morte” e terrore; forse sembra una stupidata, ma credo non sia semplice unire questi elementi in modo così bilanciato come riesce la Yovanoff.
Il cavaliere d'inverno di Paullina Simons
★★★★★

Posso dare altre 20 stelline? Di nuovo ho aspettato più di un anno per leggere questo romanzo e non so perché! Sono rimasta sconvolta, rapita, devastata, meravigliata da questo splendido romanzo. E' ricco e pieno di vicende, ma soprattutto di emozioni fortissime e realistiche, in grado di toccare le più profonde corde del cuore di ogni lettore. La Simons ha creato un amore indimenticabile e "perfetto" nella sua imperfezione. Diventa uno dei miei romanzi preferiti in assoluto.
Il baco da seta di Robert Galbraith
★★★★

Leggermente sottotono rispetto al primo volume della serie, anche questo è un giallo con i fiocchi. E' splendido ritrovare Cormoran Strike, uno dei protagonisti più intensi e forti che io abbia trovato in questo genere. Lui riesce a catturare il lettore e trasportarlo nella risoluzione del delitto, in tutto le congetture che fa, nelle sue prove, nei suoi dubbi, è fantastico seguirlo e trovarsi affiancati anche da Robin, la sua aiutante indispensabile. Inutile dire che sono rimasta piacevolmente colpita, di nuovo, dalla "Rowling in giallo"  :)


Direi proprio che non posso lamentarmi, finora ho letto solo libri che vanno dalle quattro stelline in su, sarebbe bello che per il resto dell'anno rimanesse così la situazione, ma non credo proprio, purtroppo :(
 Per fortuna anche la lettura attuale si sta mantenendo su questi livelli, infatti sto leggendo Four di Veronica Roth e sono tentata di pubblicare la recensione in anteprima, perché sicuramente entro oggi lo finisco e il libro esce il 27 gennaio nelle librerie. Poi dopo questo leggerò 22/11/63 di Stephen King e anche per questo ho aspettative stratosferiche che spero non saranno deluse.
Bene ragazzi, ci sarà sicuramente un'altra puntata di Readings Recap prima della fine del mese, ma vedrete molti meno libri perché il libro di King è bello lungo e credo mi porterà via un bel po' di giorni.
Fatemi sapere cosa ne pensate di queste letture e se avete già letto questi libri anche voi. Aspetto tanti commenti in cui confrontarci. Baci baci a voi ;)

sabato 17 gennaio 2015

Shopping Books #1 (Ricevuti a dicembre)

Rubrica a cadenza casuale inventata da me.
In ogni puntata vi presento tutti i nuovi libri arrivati suoi miei scaffali,
che siano essi acquisti, regali, scambi o omaggi.


Buongiorno lettori, eccoci finalmente con la prima puntata di Shopping Books, anche se era una rubrica che già avevo sul blog, tempo fa avevo deciso di cambiare impostazione e cambiare nome, poi dopo i cambiamenti necessari dell'ultimo periodo, ho deciso di tornare con questa mia prima rubrica di acquisti e quant'altro.
In realtà l'impostazione della rubrica vorrei fosse differente, ma visto la mole di libri che ho da presentarvi in questa puntata e anche nella prossima (che sarà dedicata ai regali di comple/natale) per ora mantengo l'impostazione delle ultime puntate fatte con il nome "Own & Wish", dopo di che cercherò di fare il post ogni volta che ho un massimo di 6 libri da presentare, così da poter impostare come voglio io :)

Anche questa volta ho cercato di dividere i libri nelle foto secondo un criterio che spero riuscirò poi a spiegarvi ahahahaha

Partiamo subito con gli unici due scambi fatti tramite il Mercatino. Dopo aver letto e apprezzato l'altra serie della Armstrong ho deciso di provare a tuffarmi anche nella serie lupesca, iniziando ovviamente con La notte dei lupi; spero di non rimanere delusa (vedete quel bollino rosso odioso? Ecco, non è un bollino è proprio la cover fatta così, non immaginate il mio nervoso quando ho provato a staccarlo -.-).
Poi per una botta di culo (scusate ma quando ci vuole ci vuole) stratosferica ho trovato Magisterium in scambio e ne ho approfittato subito. Ne ho sentito parlare così così da un sacco di lettori di cui mi fido, ma la mia curiosità è tantissima e non ho saputo resistere, devo potermi fare un'idea mia su questa nuova opera della Clare (spero che la Black sia quella di Coldtown e non quella di Doll Bones).

Poi abbiamo i romanzi ricevuti in omaggio dalle case editrici, che però io non avevo richiesto e che di conseguenza non mi interessano. Di solito non ve li presento mai quando capita che mi arrivano, ma questa volta ho deciso di fare uno strappettino alla regola.
Di Nora Roberts in tanti me ne parlano molto bene, ma non riesco mai a convincermi a leggere qualcosa di suo. La cover di Un regalo per te mi ha affascinato tantissimo, ma non è scattata la scintilla e così è finito dritto negli scambiabili/acquistabili.
Stesso discorso vale per Mentre fuori nevica, cover carinisissima ma la scintilla non è partita, mi sa che tutta questa neve delle cover non ha aiutato quella scintilla che già faticava prima, anche questo dritto nella lista scambiabili/acquistabili.


Ecco la foto dedicata agli omaggi di quella splendida casa editrice che è la Multiplayer. E come vedete c'è quasi una totalità di Peter Clines.
Dunque, partiamo dal solitario Internet Apocalypse, un libro che non conoscevo e non avevo richiesto, ma che a modo suo è riuscito ad attirarmi, ecco perché ho deciso che quando mi andrà lo leggerò sicuramente :)
Un po' lo stesso discorso vale per 14 di Peter Clines, libro ricevuto a sorpresa che mi ha colpito così tanto che ho letto (e amato) praticamente subito. Dopo questo ho cercato in giro se Clines aveva scritto altri libri e soprattutto se erano stati portati in Italia, così ho scoperto la serie Ex-Heroes, formata da quattro volumi, di cui due già tradotti in Italia. Come vedete io possiedo i primi due, perché ho provato a richiederli alla Multiplayer che me li ha inviati con una disponibilità e gentilezza senza eguali. Non so quando li leggerò, ma mi ispirano tanto anche questi e ho letto recensioni davvero interessanti. Non posso far altro che dire mille grazie alla casa editrice.

E per finire ecco i libri arrivati da CE/Autori. Ho ricevuto, sotto mia richiesta, dalla Giunti Opal e Quello che gli altri non vedono. Il primo ovviamente sono molto curiosa di leggerlo e spero potrà migliorare ancora di più la storia della Armentrout. Il secondo invece l'ho chiesto perché incuriosita da cover e trama, non lo conoscevo, ma mi ha colpito e spero sarà una lettura interessante e soddisfacente.
Ed infine uno splendido regalo dall'autrice Linda Bertasi, mi ha inviato il suo nuovo romanzo con tanto di dedica. Ho già letto L'erede di Tahira e mi ha soddisfatto ma non a pieno; devo ancora scrivere la recensione e spero proprio ci riuscirò. Rimane il fatto che è un fantasy davvero intrigante e accattivante e che non posso essere che felice di averlo ricevuto e letto. Ormai possiedo tutti i libri di Linda ed è un piacere poterli ammirare uno vicino all'altro.




Per oggi ho finito, mi sono messa in pari con gli omaggi e gli scambi, ora con tutti i libri che vi presenterò che ho ricevuto per comple/natale, capirete perché vorrei riuscire a non comprare niente almeno per qualche mese.
Purtroppo non credo riuscirò a rispettare questa cosa, perché ci sono tre libri che desidero ardentemente e che speravo mi venissero regalati, non è stato così e voglio assolutamente comprarli entro il mese di febbraio.
Bene ragazzi, fatemi sapere cosa ne pensate dei romanzi che vi ho presentato, se ne conoscete/avete letto qualcuno, mi piacerebbe conoscere i vostri pensieri e sapere quali libri sono arrivati a voi nel mese di dicembre :)

venerdì 16 gennaio 2015

"Giorni di zucchero fragole e neve" di Sarah A. Allen

Buongiorno a tutti voi, eccomi qui con il primo post dopo il mio annuncio di un paio di giorni fa.
Prima di tutto vorrei ringraziare ognuno di voi, di nuovo, per le splendide parole tutti gli auguri e le congratulazioni che mi avete fatto, vi giuro che vi ho sentiti vicini, come se mi sentissi avvolta in un enorme e caldissimo abbraccio. GRAZIE DI CUORE A TUTTI VOI!
Oggi però non voglio perdermi troppo in chiacchiere e vorrei che l'attenzione tornasse al 100% sui libri. Come ho scritto sempre nel post di un paio di giorni fa, fino alla fine di gennaio vorrei dedicarmi principalmente al recupero di recensioni che ho in arretrato. Sapete di questo mio problema, sono sempre indietro con la pubblicazione sul blog delle mie recensioni, non riuscirò a recuperarle tutte, ma come sempre io la buona volontà ce la metto ;)
Per ora riprendo da dove ero arrivata e oggi vi parlerò di un libro che ho letto all'inizio di marzo dello scorso anno, Giorni di zucchero fragole e neve di Sarah Addison Allen, che con Il profumo del pane alla lavanda mi ha ammaliato con il suo stile e le sue splendide storie e mi ha fatto venire voglia di possedere ogni suo libro.


Trama: Josey ha tre certezze: l'inverno è la sua stagione preferita; lei non è il classico esempio di bellezza del Sud; i dolci è meglio mangiarli di nascosto. Vive a Bald Slope, il paesino di montagna dov'è nata, rinchiusa nell'antica casa di famiglia ad accudire la vecchia madre. Ma di notte Josey ha una vita segreta. Si rifugia in camera a divorare scorte di dolcetti e pile di romanzi rosa. Finché un bel giorno, misteriosamente, nello stanzino nascosto dal guardaroba, dove l'aria profuma di zucchero, spunta un'esuberante signora che dice di essere venuta per aiutarla. Chi è quella donna? Perché il suo corpo odora di fumo di sigaretta e acqua stagnante? Perché sembra scappare da qualcosa o da qualcuno? Josey non farà in tempo a chiederselo, che il suo piccolo mondo sarà messo sottosopra. Scoprirà che in amore e in amicizia le certezze non esistono e che le persone, anche le più care, possono nascondere qualcosa di inconfessabile. Accettare questa sfida è la grande prova che Josey dovrà superare. E per lei sarà l'inizio di una nuova vita: la sua.


Rating:

mercoledì 14 gennaio 2015

Talk that Talk: Rinascita... con novità *_*

Salve a tutti, mi siete mancati, ebbene sì. E' inutile negare che nonostante la testa fosse da un'altra parte, quando pensavo al blog pensavo direttamente a voi, i miei amati lettori/amici!
Ho scritto un post alla fine di dicembre in cui era chiaro che mi serviva del tempo, non avevo dubbi sul blog, anzi come molti di voi avranno visto dopo pochi giorni da quel post il blog è tornato online con una nuova grafica e piccoli cambiamenti (che oggi vi spiegherò); ma avevo dubbi su una cosa che stava succedendo a me personalmente. Ora cercherò di spiegarvi senza dilungarmi troppo, perché ci tengo a farvi sapere cosa è successo e costa sta succedendo.

Alla fine di agosto ho avuto un aborto spontaneo, non sono andata in depressione o altro, semplicemente io e il mio fidanzato eravamo incavolati (per usare un eufemismo) come delle bestie con l'ospedale, perché praticamente mi avevano mandato a casa dal pronto soccorso con l'aborto in corso, senza dirmi niente.
Dopo quel periodo ci è voluto un po' per tornare a sentirmi bene e per far tornare il mio corpo ai soliti regimi, io e Marco però abbiamo continuato a provarci perché vogliamo avere un figlio.
Così durante le vacanze di Natale avevo già dei dubbi a riguardo, ma non ne ho parlato con nessuno (a parte Marco) per scaramanzia, non ho voluto fare test o nient'altro, ho semplicemente detto che avrei aspettato ancora qualche giorno e poi una volta a casa avrei pensato al test. Lunedì 29 dicembre ho fatto questo test che è risultato positivo, ma la vecchia e brutta esperienza ha fatto in modo che io e Marco ci andassimo con i piedi di piombo e stessimo sul chi va là, non ci aspettavamo niente, non abbiamo festeggiato né fatto altro, mi sono semplicemente preoccupata di prendere un appuntamento con una ginecologa privata (niente più mutua dopo l'esperienza schifosa) e di dirlo a lavorare per potermi mettere in malattia in quanto oltre al precedente aborto, il lavoro al McDonald viene considerato un lavoro a rischio e di conseguenza si sta a casa praticamente fin da subito.
Gli unici che lo sapevamo eravamo io e Marco ed ovviamente i miei colleghi perché ho dovuto dirlo per forza di cose. Sabato 10 finalmente ho fatto questa visita ed ora mi sento meglio, sono più tranquilla perché le cose procedono bene; non sono ancora fuori pericolo, ma se sto a riposo e non esagero nelle attività quotidiane allora ci sono buonissime probabilità che finalmente io possa tornare ad essere madre di nuovo; continuo a non darlo per scontato perché fino a quando non ho superato i primi 3 mesi continuerò ad avere un pizzico di dubbio e "paura", ma sicuramente aver visto tramite ecografia e aver ascoltato le parole della ginecologa hanno aiutato moltissimo a sentirmi meglio e a tornare un po' più presente con la testa e i pensieri... ecco perché ho scelto di rivelare anche a voi cosa mi è successo e perché finalmente sono tornata qui proprio ora, perché mi sento più libera e tranquilla ♥


Ed ora passiamo alla parte pratica e bloggerosa (?) del post.